RONCIGLIONE – “Partenza alla grande per il primo Corso di Gala mascherato che si è tenuto oggi a Ronciglione; una tradizione che risale allo storico Carnevale romano seicentesco e che da allora, si rinnova ogni anno, si amplia, si manifesta con sempre nuova creatività e gioia vitale. E così ha avuto inizio il Carnevale Ronciglionese che continuerà fino a Martedì 17 febbraio, con appuntamenti imperdibili, quasi senza soluzione di continuità.

 

Giovedì 12 febbraio sarà la grande festa dedicata ai piccoli, con il Carnevale dei Bambini , mentre le autorità cittadine daranno a Re Carnevale le chiavi della città. Venerdì 13 febbraio vedrà i giovani protagonisti della Festa: tutti al Veglionissimo dello Studente al Palasport. Sabato 14 febbraio il programma prevede , come per ogni altro giorno del Carnevale, la parata degli Ussari ad apertura delle manifestazioni, le irriverenti scorribande dei Nasi-Rossi, il Ballo di Corte nelle piazze della città, e l’assoluta novità di una istallazione artistica con video proiezioni sulle facciate dei principali edifici cittadini, per rivivere l’emozione delle Corse dei Barberi che tanta fama e identità hanno dato al Carnevale di Ronciglione; un’occasione per rivivere momenti di condivisa emozione tra tutti i cittadini, realizzata grazie agli Amici del Palio in collaborazione con il Forum giovani e la Pro Loco.

 

La serata, poi, sarà dedicata al Carnevale della Notte, mentre i giovani si ritroveranno al Palasport per partecipare ai balli più sfrenati del loro Carnevale. Domenica 15 febbraio, al mattino: Teatro in Piazza, e quindi gli eventi del pomeriggio aperti con la parata degli Ussari, accompagnati dalla Fanfara dell’8° Reggimento Lancieri di Montebello che partecipano a manifestazioni di rilievo nazionale come, appunto il Carnevale di Ronciglione. Seguirà il Corso di Gala e il Ballo in piazza con il tradizionale Saltarello.

 

Martedì 17 febbraio il tradizionale, antico rituale della Morte del Carnevale si porterà a compimento, tra parate, cortei, spettacoli e il Veglionissimo di chiusura al Palasport. Nello stesso giorno, inoltre, assegnazione del premio “La maschera del Carnevale di Ronciglione” dedicato ad Enzo Lambiti, carnevalaro DOC e ideato dall’Associazione Città di Ronciglione in collaborazione con la Pro Loco. E’ questo un appuntamento che caratterizza ulteriormente il Carnevale di Ronciglione in cui ciascuno può sentirsi – almeno per queste ore di festa – protagonista nella manifestazione e della propria vita, così da ideare un costume originalissimo e sfilare con tanti altri altrettanto creativi “attori di un sogno” sperando, forse, di ricevere il riconoscimento “La maschera del Carnevale di Ronciglione”.

 

E’ questo un Premio in cui sono proprio la fantasia e l’originalità ad essere riconosciute: non costumi acquistati e anonimi, ma il risultato di una vera e propria creazione artistica, usando abiti vecchi e accessori trovati in casa e assemblati a nuova, fantastica vita! Così, mentre Re Carnevale avrà subito la sua fine, ogni partecipante potrà dire di aver contribuito con la sua carica di gioia e il suo slancio creativo, alla riuscita della Festa di tutti”.

 

Gianni Ginnasi
Segretario Pro Loco Ronciglione

 

ok foto 3

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email