ACQUAPENDENTE – In occasione dei festeggiamenti per l’850° anniversario del Miracolo della Madonna del Fiore di Acquapendente che avrà luogo nel 2016, già da molti mesi sono iniziate o messe in cantiere una serie di iniziative culturali e religiose, tra cui la riscoperta e il rilancio di quelle prettamente tradizionali.

 

Una tradizione mai dimenticata, che però nel corso degli anni si era molto affievolita è il S. Rosario in notturna nei rioni nel mese di maggio, ora rilanciato con impegno dal parroco don Enrico Castauro e dai suoi collaboratori don Emanuele e don Vincenzo.

 

Dal I maggio al 31 maggio, ogni sera alle 21.15, presso una delle numerose edicole, cappelle, effigi, dedicate alla S.S. Madre di Dio disseminate nel centro storico e in periferia, è possibile partecipare ad un suggestivo S. Rosario all’aperto. Nell’occasione i luoghi di preghiera sono solitamente addobbati con fiori bianchi ed illuminati con ceri votivi da volontari del posto. Il S. Rosario termina sempre con il canto dell’inno della Madonna del Fiore: “Ave o potente Vergine”, dopodiché i fedeli salutano il sacerdote officiante dandosi appuntamento alla sera successiva.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email