CARBOGNANO – Un bagno di folla ha invaso il centro storico di Carbognano per la straordinaria rievocazione storica della Passione di Cristo che si è svolta venerdì 3 aprile. Un fiume di persone ha assistito all’evento, letteralmente rapito dalla suggestiva atmosfera che gli organizzatori, ovvero il Sodalizio dei Cavalieri di San Filippo, in collaborazione con la IX Legio Hispana, hanno saputo ricreare.

 

Mesi e mesi di duro lavoro hanno creato un piccolo gioiello, degno di manifestazioni molto più rodate piuttosto che di un evento solo alla seconda edizione.Tra legionari a cavallo, popolani ed antichi romani rigorosamente in abiti d’epoca, è andata in scena una rappresentazione veritiera ed emozionante, che ha saputo coinvolgere il pubblico presente in maniera diretta e partecipe.

 

La folla, infatti, si è mossa in maniera compatta e composta lungo tutto il percorso della rievocazione: dalla prima piazza dove Gesù è stato fustigato, alla seconda dove Ponzio Pilato ha chiesto al popolo di liberare Gesù o Barabba, fino alla scena finale della crocifissione, densa di pathos ed inserita in una scenografia altamente coinvolgente.

 

I Cavalieri di San Filippo insieme alla IX Legio Hispana, insomma, sono riusciti a regalare un momento di rara commozione e di alta religiosità, donando anche ai non credenti delle sensazioni uniche, grazie alla vicinanza della scena agli spettatori ed alla straordinaria ambientazione, ricreata alla perfezione fin nei minimi particolari.

 

La presenza di ol­tre cento rievocatori, di caratteristiche scenografie e di effetti speciali, hanno potuto riportare Carbognano alla Gerusalemme di un tempo, creando un’atmosfera altamente evocativa ed in grado di far vivere emozioni indimenticabili. Un plauso agli organizzatori è d’obbligo, soprattutto per il grande impegno e per lo spirito di collaborazione che è emerso tra i partecipanti alla rievocazione che hanno già in mente tante novità e sorprese per l’edizione 2016.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email