Al Cosmonauta di Viterbo, venerdì 23 novembre alle 22, va in scena la storia.

Quella cruda, dura e drammatica dell’Italia dopo l’ 8 Settembre con tutte le tragiche vicende legate alla Resistenza.

A prendere per mano gli spettatori e condurli nelle strade di Roma nel dopoguerra è Pulcinella Gobbo del Quarticciolo, il giovanissimo Giuseppe Albano, bandito e partigiano, le cui vicende hanno segnato la storia della liberazione della Capitale dai nazifascisti.

Lo spettacolo, a cura di Circomare Teatro, narra, tra verità storica e leggenda, le gesta del Gobbo-Albano che vive e si muove nel suo quartiere adottivo, la borgata Quarticciolo, protagonista, insieme a tutto il quadrante Roma-est, della più accesa resistenza romana.

Come sempre, nello stile della compagnia e della sua Commedia dell’Arte contemporanea, ad interpretare il Gobbo è la maschera di Pulcinella, che in comune con lui ha non solamente la provenienza dal sud Italia e la gobba ma soprattutto quello spirito incosciente, tipico dei fuorilegge, che si alterna tra eroiche gesta ed azioni meno nobili.

La narrazione comincia laddove l’ 8 settembre i romani provarono a difendersi, con ogni mezzo, dalla stringente occupazione tedesca, e si conclude con la misteriosa morte del Gobbo.

Intrighi e vicende si mescolano, a doppio filo, con gli accadimenti post-bellici, in un ambiente in cui doppiogiochisti e riciclati muovono le sorti di un assetto politico ancora instabile.

Lo spettacolo con Alessandra Cappuccini, Luisa Ciavattini, Mario Umberto Carosi e Domenico Federici per la regia di Mario Umberto Carosi, prende spunto dalla fruttuosa lettura de “Il Gobbo del Quarticciolo e la sua banda nella Resistenza” di Massimo Recchioni e Giovanni Parrella.

Con Pulcinella Gobbo del Quarticciolo, Circomare Teatro torna a parlare della storia e della politica italiana dopo gli spettacoli “La seconda Unità d’Italia” che mette in scena il Risorgimento, “Abdulino va alla guerra” che tocca il tema dei flussi migratori e delle politiche guerrafondaie e “Generazioni” che attraversa la Storia d’Italia dal dopoguerra al ’68.

Per info: www.circomareteatro.it

fb: circomare.teatro circomareteatro@yahoo.it.le

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email