RONCIGLIONE – Si rinnova l’appuntamento annuale con la storica Freccia Rossa della Mille Miglia, che dal 14 al 17 maggio attraverserà la Penisola in un percorso intriso di storia e paesaggi mozzafiato che la condurrà fino alla Capitale. Brescia – Roma e Roma – Brescia, il tragitto è sempre il solito: quattro tappe con partenza giovedì 14 maggio, che si concludono domenica 17 con il rientro delle 438 vetture a Brescia, dopo oltre 1.760 chilometri.

 

Ronciglione si conferma tappa ormai fissa della Mille Miglia lungo la strada di ritorno dalla Capitale. L’arrivo delle vetture storiche sarà preceduto dal passaggio sulle sponde del Lago di Vico, intorno alle 6.10 del mattino di sabato 16 maggio, dell’esclusivo Tribute Mille Miglia dedicato a Ferrari e Mercedes: 120 vetture delle due prestigiose case automobilistiche, anticiperanno il passaggio della carovana della Freccia Rossa effettuando il consueto controllo a timbro. L’entrata delle prime tra le 438 auto storiche a Ronciglione è prevista per le ore 7.25, con il controllo a timbro in Piazza della Nave alle 10.30, dove i piloti verranno accolti dalle autorità e dai cittadini con l’omaggio di due prodotti nostrani, un pacchetto di nocciole ed una bottiglia di Acqua di Nepi offerte rispettivamente dalle aziende Stelliferi e Cantiani.

 

Le vetture saranno impegnate in cinque prove cronometrate che si terranno sulla strada provinciale Valle di Vico, nel tratto che va da Punta del Lago al Passo Cimino. Per l’occasione, la strada sarà chiusa al traffico dal Km 14,400 Loc. Punta del Lago (Viale del Lago Cimino) al Km 0,00 Loc. Passo del Cimino, dalle ore 04,40 alle 11,05 di sabato 16 maggio.

 

Come ogni anno, il count-down che scandisce le ore che mancano alla partenza della Freccia Rossa è costellato di interrogativi e curiosità sui nomi famosi in gara e sulle vetture più prestigiose. L’edizione 2015 non è da meno: Ralph Schumacher sarà sulla 300 SLR numero 658; Derek Bell, cinque volte re della 24 Ore di Le Mans sarà al via su una C-Type del team Jaguar. E ancora, tra i concorrenti ci sono Cesare Fiorio, su una Aurelia B20 GT, l’attrice Kasia Smutniak su una Ardea, entrambe della collezione Lancia. Bernd Mailander, il pilota che tiene dietro di sé le monoposto guidando la safety car durante i gran premi di Formula 1, qui al volante di una 300 SL, e Andrea Zagato, che prenderà il via con la moglie, Marella Rivolta, a bordo di una 1900 C Super Sprint Zagato.

 

Tra le tante auto che arriveranno dall’estero spicca una 300 SL del Museo Mercedes di Stoccarda. 438 vetture dall’alto valore qualitativo, collezionistico e sportivo, di cui ben 68 sono gli esemplari che hanno partecipato ad almeno un’edizione della Mille Miglia di velocità, dal 1927 al 1957. Novità di quest’anno, 8 esemplari iscritti dall’Esercito Italiano, nella speciale categoria “militari”.

 

“Anche quest’anno, con onore, Ronciglione si conferma Città della Mille Miglia, divenendo ormai tappa fissa della corsa storica più bella d’Italia. Una tradizione lunga anni – afferma il Sindaco, Alessandro Giovagnoli – che cercheremo anche questa volta di onorare riservando una calorosa accoglienza ai piloti e agli organizzatori della manifestazione. Da non perdere, prima dell’arrivo delle vetture a Ronciglione, il suggestivo passaggio di 120 Ferrari e Mercedes del Tribute di Mille Miglia alle due prestigiose case automobilistiche. Una grande opportunità per mostrare al mondo le bellezze di Ronciglione e del Lago di Vico, usufruendo della notorietà mediatica che la Mille Miglia offre alle località attraversate. Il mio ringraziamento a nome di tutta l’amministrazione comunale – continua – è rivolto al Presidente di Mille Miglia Roberto Gaburri e a tutti gli organizzatori, che da sempre condividono con noi questa tradizione italiana inossidabile. Ringrazio Giampiero Crovetti, che ogni anno gestisce l’organizzazione dell’evento per conto del Comune; le Forze dell’Ordine, la Prociv e la Cri per il supporto logistico e per la sicurezza; infine, le aziende Stelliferi e Cantiani per i prodotti d’eccellenza che doneremo ai piloti, lasciando il ricordo delle tipicità del nostro territorio”.

Commenta con il tuo account Facebook