Pietro Brigliozzi

 

MONTEFIASCONE – Dopo due anni di silenzio, la neonata Associazione per il Carnevale Montefiasconese del presidente Massimiliano Pieretti, coadiuvato operativamente dal suo vice Andrea Benedettucci, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, dopo qualche anno di pausa ripropone la festa del carnevale per le vie di Montefiascone. Uno staff di circa 60 persone dai quindici al quarant’anni, sotto la direzione dei tecnici Michele Sportoloni e Fabio Giraldo, ha lavorato sta facendo le ultime rifiniture, per circa cinque/sei ore al giorno, dai primi giorni del mese di novembre, per allestire, presso i capannoni della ditta Bologna Immobiliare e del supermercato Todis di Pino Bruzzaniti, i cinque grandi carri allegorici ed altri più piccoli che sfileranno per le vie del paese con partenza dalla locale caserma dei Carabinieri, percorrendo poi Via Aldo Moro quindi via Dante Alighieri per poi pavoneggiarsi, con una lunga sosta, su P.le Roma.

 

Oltre i carri allegorici, che saranno trainati da specifici trattori stradali di ottima qualità, contemporaneamente ad essi, sfileranno, lungo il medesimo tragitto, anche, circa, duecento maschere a piedi. Una grande manifestazione che, satiricamente ed allegoricamente, toccherà molti problemi della nostra società contemporanea con tutti i suoi problemi, le sue contraddizioni, le sue angosce, i suoi dubbi e le sue paure. La manifestazione, con inizio intorno alle ore quindici, avrà due edizioni: la prima nel pomeriggio di domenica, primo Febbraio; la seconda, nel pomeriggio di domenica, quindici Febbraio, ultima del periodo carnevalesco.

 

L’accesso agli appositi spazi adibiti al pubblico, preventivamente individuati lungo il percorso, tenendo conto degli spazi e delle norme di sicurezza, sarà gratuito. La manifestazione è stata possibile grazie alla collaborazione dei molti sponsor che hanno dato il loro fattivo e concreto contributo economico; tra di loro spiccano in modo del tutto particolare la Banca di Credito Cooperativo, l’impresa di demolizione auto di Ornella Giraldo e figli, Faal Batteria di Goffredo Napoli ed impianti idraulici e gas di Riccardo e Roberto Bertoccini. Durante i lunghi mesi di lavoro sono stati consumati circa venti quintali tra carta e cartone, circa due quintali di vernice di colori diversi, circa un quintale di colla di vario genere, sono stati preparati, inoltre, circa quaranta quintali di coriandoli che verranno utilizzati in diversi modi; è necessartio essere presenti per vedere come ma soprattutto per non perdersi un pomeriggio di svago sereno.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email