Recital viola e pianoforte” è il titolo dell’appuntameno che segna il giro di boa del Beethoven Festival Sutri 2019 – XVIII edizione, Domenica 7 luglio ore 18.30 (Chiesa di San Francesco). Quinto di dieci appuntamenti, il concerto sarà affidato al prestigioso duo formato da Matteo Rocchi, violista del quartetto Guadagnini, e Daniele Ruffino, pianista e direttore d’orchestra, che metteranno a confronto due capisaldi del repertorio violistico. Nella prima parte verrà eseguito il Notturno in re maggiore op.42 di Beethoven: un mirabile esempio del Beethoven «settecentesco». È questa una riduzione per viola e pianoforte della Serenata per trio d’archi op.8 che lo stesso Beethoven, visto il buon incontro del lavoro, fece apprestare. Da lui personalmente riveduta e corretta, fu pubblicata col titolo di Notturno op. 42 nel 1804. La seconda parte del programma sarà interamente dedicata alla Sonata op.120 n.2 di Brahms, uno degli ultimi lavori e sorta di testamento spirituale dell’arte e dell’inconfondibile stile brahmsiano. Dal punto di vista dei contenuti espressivi questa sonata si presenta ricca di soluzioni impreviste e inusuali, di momenti di lirismo alternati a scatti emotivi estremamente conivolgenti.
Il violista Matteo Rocchi, dopo il diploma con lode al Conservatorio di S. Cecilia di Roma, si perfeziona presso le più prestigiose accademie Italiane ( Accademia di Santa Cecilia, Scuola di Musica di Fiesole, Accademia di Duino, Accademia W.Stauffer) sotto la guida di grandi insegnanti quali Trio di Parma, Trio di Trieste, B.Giuranna. Ha ricoperto il ruolo di prima viola in importanti teatri quali Teatro Lirico di Cagliari, Teatro comunale di Bologna, Orchestra Leonore, Orchestra sinfonica calabrese. Dal 2015 è entrato a far parte del Quartetto “Guadagnini” con il quale si esibisce nei più importanti teatri d’Italia e con il quale ha vinto il primo premio al Concorso Internazionale “Antonelli”. Il pianista Daniele Ruffino si è diplomato con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Musica “Luisa D’Annunzio” di Pescara sotto la guida di Luca Ballerini, intraprendendo da subito un’intensa attività concertistica. Si è successivamente dedicato anche alla Direzione d’Orchestra, conseguendo il Diploma Triennale di Alto Perfezionamento sotto la guida di Donato Renzetti, del quale è poi stato assistente in produzioni operistiche presso il Teatro Verdi di Trieste, il Teatro dell’Opera di Roma e il Teatro Regio di Torino. Nel 2018 è stato direttore ospite al Festival Palermo Classica, è stato impegnato in una tournée in Danimarca con la Aalborg Symfonieorchester e, in occasione della Giornata FAI del Panorama, ha diretto i musicisti del progetto “Obiettivo Orchestra” della Filarmonica Teatro Regio di Torino in un concerto organizzato dalla Fondazione Zegna. È docente di pianoforte presso l’Accademia Musicale Pontificia “Sistina” di Roma.

Per informazioni più dettagliate sui programmi e sulla biglietteria si invita a consultare il sito ufficiale della manifestazione www.beethovenfestivalsutri.com.

Commenta con il tuo account Facebook