VITERBO – Sabato 11 aprile alle ore 11 presso la chiesa di S.Angelo (la stessa chiesa, ove si svolsero le esequie) si terrà la S.Messa in occasione del centenario della nascita del T.Col. pilota Francis Leoncini (foto).

 

Nasce a Viterbo l’11 aprile 1915, dove si diploma ragioniere presso l’Istituto Tecnico “Paolo Savi”. Nell’ottobre 1933, grazie ad una borsa di studio, ottiene  il brevetto di pilota d’aeroplano. Chiamato alle armi nel 1935, consegue il brevetto di pilota militare sul velivolo CR 20, e successivi brevetti su CR 30 e 32.  Il 16 aprile 1937 viene inviato in Spagna, dove  prende parte a numerosi combattimenti con l’Aviazione Legionaria. A seguito di un incidente aereo, viene catturato dal nemico e subisce oltre un anno di dura prigionia. Liberato a seguito di scambio di prigionieri, rientra in Italia. Viene nominato in Servizio Permanente Effettivo per merito di guerra e si abilita sul FIAT G50. Allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, partecipa alle operazioni di guerra dapprima sul fronte francese, poi sul fronte albanese e dal maggio 1942, sul fronte russo, ottenendo numerosi encomi e onorificenze. Dopo l’armistizio, si trasferisce con il suo Gruppo, a Gioia del Colle.

 

Dopo la cessazione delle ostilità, ricopre diversi incarichi di comando, finché nel gennaio del 1950 viene inviato in Gran Bretagna, per la transizione del velivolo DH-100 Vampire e poi nominato primo comandante, dell’appena costituito Nucleo Addestramento Veicoli a Reazione. Il 10 maggio 1950, a bordo di un P 39 “Airacobra”, subisce una grave avaria, con incendio al motore ma, anziché lanciarsi con il paracadute nel timore che l’aereo senza controllo possa schiantarsi sui numerosi paesi sottostanti, tenta un atterraggio di fortuna che purtroppo gli sarà fatale.

 

Riconoscimenti e decorazioni: Decorato di Medaglia di bronzo al VM (Spagna) – Medaglia commemorativa OMS (Spagna) -Medaglia di benemerenza per i volontari in guerra – Croce al merito di guerra in Spagna – Croce di guerra spagnola per operazioni OMS – Medaglia “de suffrimiento per la patria” spagnola – Medaglia militare collettiva spagnola – Medaglia “de la campana espanola”  – Medaglia d’ Argento al Valor Militare (fronte greco-albanese) – Medaglia d’Argento al Valor Militare (fronte russo) – Croce di ferro 2^ Classe germanica (fronte russo) – Medaglia d’Argento al Valor Militare (fronte balcanico) – Cavaliere ufficiale dell’Ordine della Corona d’Italia – Tre croci al Merito di Guerra – Medaglia militare di lunga navigazione – Medaglia d’Oro al Valore Aeronautico alla memoria.

 

La città di Viterbo gli ha intitolato una sua strada, così come ad Amendola, una scuola elementare ed una strada all’interno dell’ aeroporto di Lecce. All’interno, dell’ Istituto Tecnico “Paolo Savi” di Viterbo, gli è stata dedicata una lapide commemorativa.

 

PENTAX Image

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email