VITERBO – Ultimo giorno, domenica 3 maggio, per la ventinovesima edizione di San Pellegrino in Fiore, la manifestazione florovivaistica (e non solo) che abbellisce e anima il centro storico medioevale di Viterbo con allestimenti floreali e manifestazioni rievocative, culturali, artistiche ed enogastronomiche.

 

Gli appuntamenti del 3 maggio iniziano alle ore 10 in Piazza San Carluccio, nella ex Chiesa di San Salvatore, con l’apertura di “Arti e Sapori”: esposizione, degustazione e vendita di prodotti tipici agroalimentari di qualità a marchio Tuscia Viterbese a cura della Camera di Commercio di Viterbo (fino alle 19.30). Nel pomeriggio, alle ore 18 in Piazza San Lorenzo la rappresentazione scenica dell’Amor Conteso, competizione tra novelli spasimanti in lotta per avere l’attenzione della deliziosa fanciulla.

 

Piazza del Gesù è invece dedicata ai prodotti biologici con merende, laboratori, dimostrazioni e mercatini a cura di TrediciGradi Slow Bar. In Via San Pellegrino, presso i locali della chiesa, l’Accademia di Belle Arti Lorenzo da Viterbo propone un laboratorio di ceramica Raku a cura di Emanuele Ioppolo (ore 15-19) mentre dalle 16.30 alle 18.30 happening con azioni live a cura degli studenti del corso di pittura di Paolo Angelosanto. Infine, alle ore 21, una fiaccolata lungo le vie dell’evento sancirà la conclusione di San Pellegrino in Fiore 2015.

 

Da non dimenticare le occasioni di natura turistica, con la possibilità di visitare il Palazzo dei Papi e il polo monumentale Colle del Duomo, la Chiesa del Gonfalone, la Viterbo Sotterranea (aperta fino alle 24), l’antica Zecca viterbese in Via Ottusa e una cantina tufacea del ‘200 in Piazza Cappella. Due le visite guidate al centro storico, con partenza da Palazzo degli Alessandri in Via San Pellegrino alle ore 10 e alle ore 12.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email