VITERBO – Dopo la giornata inaugurale del 30 aprile, con la cerimonia d’apertura in Piazza delle Erbe a cui hanno partecipato il Comitato Centro Storico e l’Associazione Culturale Pilastro e i rappresentanti delle istituzioni, entra nel vivo la ventinovesima edizione di San Pellegrino in Fiore. Fino a domenica 3 maggio la parte più antica e suggestiva di Viterbo sarà abbellita dagli allestimenti florovivaistici in 12 piazze e animata da una serie di iniziative rievocative, culturali, artistiche, enogastronomiche.

 

Gli appuntamenti di venerdì 1° maggio iniziano alle ore 10 in Piazza San Carluccio, nella ex Chiesa di San Salvatore, con l’apertura di “Arti e Sapori”: esposizione, degustazione e vendita di prodotti tipici agroalimentari di qualità a marchio Tuscia Viterbese a cura della Camera di Commercio di Viterbo (fino alle 19.30). Nel pomeriggio, alle ore 16 in Piazza San Lorenzo è in programma l’accoglienza del pellegrino con offerta di pane e acqua ai presenti con la partecipazione del Magister Zecchiere Marco Guglielmi e battitura della Quadrangula. Alle ore 21, sempre in Piazza San Lorenzo, ecco “Fiori in passerella”, sfilata di moda a cura di Fotociak Eventi di Gianni Uggeri e Simona Mingolla, dell’Istituto Francesco Orioli (corso di produzioni tessili sartoriali e moda) e dell’Accademia di Belle Arti Lorenzo da Viterbo (corso moda). Partecipano il Nuovo Centro Danza e Fitness di Caterina Di Filippo e i ragazzi del Mini Festival di Viterbo. Presenta la serata Laura Leo.

 

Nella mattinata di sabato 2 maggio, dalle 10 alle 12.30, gli studenti del Liceo Classico Buratti reciteranno nelle piazze canti della Divina Commedia di Dante Alighieri, con finale in Piazza San Lorenzo con la declamazione del XXXIII canto del Paradiso. Alle ore 16 la Chiesa di San Silvestro, in Piazza del Gesù, ospita il concerto del coro Roma Polifonia. La piazza, per tutta la durata della manifestazione, è dedicata ai prodotti biologici con merende, laboratori, dimostrazioni e mercatini a cura di TrediciGradi Slow Bar. Alle ore 16.30 nel chiostro longobardo di Santa Maria Nuova il convegno “Il paesaggio. Cultura, tendenze e sviluppi” a cura di Garden Vivai Zannoni. A Piazza San Carluccio prosegue “Arti e Sapori”, mentre in Via San Pellegrino, presso i locali della chiesa, l’Accademia di Belle Arti Lorenzo da Viterbo propone un laboratorio di ceramica Raku a cura di Emanuele Ioppolo (ore 15-19). Alle ore 18 di nuovo un tuffo nel medioevo con l’investitura del cavaliere: il corteo partirà da Piazza San Pellegrino per concludersi in Piazza San Lorenzo.

 

Da non dimenticare l’importante valenza turistica di San Pellegrino in Fiore, con la possibilità di visitare il Palazzo dei Papi e il polo monumentale Colle del Duomo, la Chiesa del Gonfalone, la Viterbo Sotterranea (aperta fino alle 24), l’antica Zecca viterbese in Via Ottusa e una cantina tufacea del ‘200 in Piazza Cappella. Inoltre, sia venerdì 1 sia sabato 2 maggio, da Palazzo degli Alessandri in Piazza San Pellegrino partiranno alle ore 10 una visita guidata al centro storico e alle 16 una passeggiata fotografica (oltre a un laboratorio di lumenprinting entrambi i giorni alle 11.30).

 

Commenta con il tuo account Facebook