MONTEFIASCONE – La festa della Virgo Fidelis, patrona della gloriosa Arma dei Carabinieri, con la partecipazione di tutti i reparti presenti nella caserma dei Carabinieri di Via Card. Salotti in Montefiascone, anche per questo duemiladiciassette, nella prima serata di ieri, è stata celebrata nella splendida e storica basilica di S. Flaviano alla presenza di autorità cittadine civili e militari, senza dimenticare la presenza di diverse altre associazioni presenti sul territorio, come l’Associazione dei Carabinieri in pensione, la Solidarietà Falisca, l’As.Vo.M., l’Aido, l’Avis tanto per citare le più rappresentative.
La S. Messa di commemorazione è stata celebrata dal parroco Don Luciano Trapè con il quale hanno concelebrato altri sacerdoti della zona. Una cerimonia semplice ma, al tempo stesso, molto solenne con il contributo della presenza della corale che, con i suoi canti sacri, solennizza le celebrazioni liturgiche delle maggiori festività che si celebrano nella basilica. Molto apprezzato e da tutti e sentito il momento in cui, il Comandante di Compagnia, Antonino Zangla, nel suo saluto ai presenti, dall’altare, tra le altre cose ha tenuto a ricordare i Carabinieri in servizio, deceduti nell’anno ormai alle spalle.

Sempre commovente e suggestiva la preghiera finale alla Vergine; preghiera, nella quale ogni Carabiniere trova la forza e l’entusiasmo per svolgere il proprio lavoro nel miglior modo possibile, preghiera che non ci dispiace, anzi siamo fieri riproporre, quale gesto di vicinanza ail’Arma che tanti pregi e gesta gloriose ha nel paniere della su lunga storia.
Dolcissima e gloriosissima Madre di Dio e Madre Nostra, noi Carabinieri d’Italia, a Te eleviamo reverente il pensiero, fiduciosa la preghiera e fervido il pensiero. Tu che le nostre Legioni invocano confortatrice e protettrice con il titolo di VIRGO FIDELIS. Tu accogli ogni nostro proposito di bene e fanne vigore e luce per la Patria nostra. Tu accompagna la nostra vigilanza, Tu consiglia il nostro dire, Tu anima la nostra azione, Tu sostenta il nostro sacrificio, Tu infiamma la devozione nostra. E da un capo all’altro d’Italia suscita in ognuno di noi l’entusiasmo di testimoniare con la fedeltà fino alla morte, l’amore a Dio e ai fratelli italiani. Amen!.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook