VITERBO – Questo nostro tempo ha bisogno di vivere i misteri della fede cristiana anche attraverso l’arte, la musica, la coreografia. È questo il desiderio della Diocesi di Viterbo che ha sposato il progetto della Parrocchia dei Santi Valentino e Ilario di Viterbo (Quartiere Villanova), che sarà realizzato anche quest’anno (giovedì santo 2 aprile alle 22.30 a Villanova e Venerdì santo 3 aprile al Palazzo Papale).

 

I quadri della Passione rappresentano un momento alto di riflessione e meditazione sul mistero principale della fede cristiana e gli ultimi momenti della vita di Gesù. In uno scenario artisticamente affascinante saranno ripresentati: l’ultima cena e l’orto degli ulivi presso la parrocchia di Villanova; il processo di Pilato in due atti e la crocifissione, il venerdì santo al duomo al termine della processione cittadina del Venerdì santo. La particolarità sarà data dal fatto che non saranno semplicemente rappresentazioni sceniche anche se con costumi fedelmente ricostruiti, ma un momento di vera riflessione anche con video e commenti sui quadri che poi saranno rappresentati.

 

Oltre cento, fra ragazzi, adulti e famiglie e tutti in costume. Il progetto è stato voluto infatti per creare punti d’incontro e fornire un’opportunità per crescere insieme attraverso l’impegno comune. I quadri plastici rappresentano una novità per la nostra città in quanto saranno un momento di preparazione. Insomma un modo nuovo per vivere la Pasqua. L’iniziativa è promossa in collaborazione con la Parrocchia santa Barbara che partecipa con diverse comparse e la zona pastorale di Viterbo. L’iniziativa ha il patrocinio e il contributo del Comune di Viterbo e della Fondazione Carivit.

Commenta con il tuo account Facebook