VITERBO – Con una performance finale si chiude domenica 1 luglio 2017 presso l’auditorium dell’Università della Tuscia in Via Sabotino alle ore 21,00, il 3° corso di teatro organizzato dalla FITA di Viterbo con il patrocinio del Comune di Viterbo e sotto l’egida della FITA Nazionale, della Co.E.p.T.A. ( confederazione Europea per il teatro amatoriale) e dell’AGIS-Scuola.

Il corso quest’anno iniziato alla fine di novembre, è stato curato dalla Dott. Giulia Oliva con laurea specialistica in Forme e Tecniche dello Spettacolo ( cinema-teatro-televisione) 110/110 presso l’Università La Sapienza di Roma e che vanta dal 2004 numerose esperienze, corsi e diplomi in ambito teatrale e cinematografico nonché autorevoli riconoscimenti e premi.

Il corso ricade in un progetto formativo che la FITA di Viterbo si era proposta, e rivolto sia a coloro che il teatro non lo conoscono o non hanno la possibilità di “ esercitarlo” sia a quanti già esperti nel calcare le scene con lo scopo di incentivare la formazione, approfondire e migliorare le proprie competenze sulle arti dello spettacolo, attraverso tecniche attoriali, studio del personaggio, movimento, nozioni di fonica affrontati attraverso esercitazioni pratiche e lavori di gruppo, finalizzati alla realizzazione di una performance finale. Ebbene, in questi anni l’ esperimento è stato più che positivo, tant’è che per i prossimi anni, a detta del direttore del corso, Bruno Mencarelli, si continuerà ancora su questa linea visto l’impegno e la serietà dimostrata dagli allievi ma soprattutto dalla professionalità e caratura artistica del docente incaricato dalla FITA.

Sul tavolato dell’Università quindi i neo-attori si esibiranno in un lavoro della stessa dott. Giulia Oliva dal titolo “ da quando è morto il calzolaio Maranon” e che ne ha curato anche la regia.

Appuntamento all’Auditorium dell’Università della Tuscia di Via Sabotino il 1 luglio 2017 alle ore 21,00. (ingresso spettacolo euro 7,00)