GALLESE – “Sono ormai sedici anni che il festival dedicato al grande polifonista seicentesco di Gallese costituisce un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati del settore e non. Infatti l’importante rassegna, oltre ad essere un qualificato momento di approfondimento per musicisti e musicologi, ha avvicinato a questo tipo di musica molta gente che non aveva mai assistito prima a un concerto di musica barocca.

Inoltre ha permesso agli abitanti di Gallese di riscoprire questo geniale concittadino, che ha sedotto con le sue opere anche la Polonia e la Lituania. Proprio da quest’ultimo paese proverrà un ensemble che nel pomeriggio di sabato 5 novembre presso il museo di Gallese eseguirà musiche di Werner, Subissati, Scacchi, Valentini, Anerio e Förster. Il concerto sarà preceduto dalla presentazione “Canones nonnulli” di Marco Scacchi da parte di studiosi e musicisti del calibro di Giancarlo Rostirolla, Marco Bizzarrini, Aleksandra Pister e Cristina Miatello, la quale da anni dirige con sapienza e generosità ineguagliabili il festival.

Il giorno successivo, domenica 6 novembre, sempre nelle sale del museo di Gallese, sarà la volta del gallesino Roberto Mattioni, che, insieme a Daniele Bernardini e Katetina Ghannudi, proporrà brani di Merula, Castaldi, Monteverdi, Kapsberger, Landi e Falconieri. Il momento più suggestivo sarà, però, l’anteprima del festival, che si terrà sabato 29 ottobre alle 17.30 nel museo gallesino. Si ricorderà una grande artista e un’amica del festival, il soprano Lavinia Bertotti, che verrà commemorata proprio dal suo coro, il prestigioso Ensemble Vocale Veneto, con il quale ha cantato più volte nella rassegna gallesina. Verranno proposte musiche di Anerio, Valentini, Marenzio e dello stesso Scacchi.

Il festival è organizzato dal Comune e dal Museo e Centro Culturale “Marco Scacchi” di Gallese, con il contributo del Consiglio Regionale del Lazio, e in collaborazione con la locale Pro loco, con l’Associazione Culturale Halesus, con l’Associazione Musicale “Marco Spoletini”, con la Parrocchia Santa Maria Assunta di Gallese e con il supporto di un gruppo di volontari che crede fermamente nella preziosità di questo evento. Come di consueto, l’intera manifestazione è dedicata al suo fondatore, Giuseppe Chiarella, ed è magistralmente diretta dalla grande musicista Cristina Miatello, che con grande generosità e competenza ha saputo portarla a livelli internazionali”.

Gabriele Campioni