VITERBO – “Con l’inizio del periodo estivo, molto frequentemente si trovano animali in difficoltà e spesso anche quelli selvatici. Infatti sono numerose le richieste che interessano piccoli animali e uccelli, ma non solo.

Nelle ultime due settimane alle Guardie Zoofile OIPA e ai volontari di OIPA Viterbo, sono stati segnalati ricci, civette e perfino un esemplare di IBIS Sacro!

Si tratta, nei primi due casi, di cuccioli di animali o abbandonati dai genitori o vittime di incidenti. Nel terzo caso invece molto probabilmente è un bellissimo esemplare sfuggito a qualche proprietario o struttura, ma ben presto, grazie anche all’anello di riconoscimento, verrà ricongiunto con la sua “famiglia”.

Il riccio è un esemplare molto giovane del peso di 95 gr mentre il pullo di civetta presentava alcune contusioni e probabili fratture a seguito di un “incontro” con qualche auto. Tutti e due gli esemplari ci sono stati consegnati da chi li ha trovati in strada. I volontari dell’OIPA li hanno accuditi, rifocillati e hanno provveduto in seguito a consegnarli presso strutture specialistiche che possono prendersi cura di tali animali.

In particolare una delle strutture di riferimento è il CRAS (Centro Recupero Animali Selvatici) della Riserva Naturale del Lago di Vico.

All’interno della struttura vengono effettuati interventi di primo soccorso e chirurgici da parte del personale veterinario; una serie di voliere protette ospita i “pazienti” del Centro fino a quando hanno recuperato le forze e sono pronti a tornare in libertà. Un apposito “tunnel di volo” consente la riabilitazione al volo prima del rilascio.

I CRAS hanno ragione di esistere non solo per il recupero ed il rilascio della fauna selvatica, quando possibile, ma anche per il ruolo educativo e di formazione rivolto soprattutto ai giovani, che non si limiti alla sola acquisizione di nozioni naturalistiche, ma che promuova e diffonda un’etica ambientale.

Nel terzo caso, ovvero l’Ibis Sacro, di mattina presto abbiamo ricevuto una segnalazione che ci avvisava della presenza di “un uccello africano” in uno dei parcheggi di Monterosi!

Le Guardie Zoofile OIPA Viterbo sono uscite a controllare, ed hanno trovato un bellissimo esemplare di Ibis Sacro che allegramente saltellava sui tetti delle auto parcheggiate.

L’Ibis, pur affamato e abituato alla presenza umana (presenta appunto un anello alla zampa sinistra e quindi presumibilmente fuggito da qualche struttura) non si lasciava troppo avvicinare.

Prontamente allertato il CRAS Riserva Naturale Lago di Vico, al loro arrivo abbiamo iniziato tutti insieme la battuta per la cattura e dopo svariati tentativi e brevi voli, l’Isis, anche se con molta difficoltà, si è lasciato catturare.

Una bella avventura fatta di collaborazione e reciproco rispetto per il benessere degli animali.

Per informazioni e richieste:
guardieviterbo@oipa.org – 3891975303
viterbo@oipa.org – 3275712626″

Guardie Zoofile OIPA Viterbo e provincia

Commenta con il tuo account Facebook