Giovedì grasso, i presidenti dei tredici Centri Anziani, con i loro vice, residenti ed operanti nei paesi del bacino del lago di Bolsena, specificatamente di Montefiascone, Marta, Capodimonte, Valentano, Piansano, Arlena, Ischia Farnese, Bolsena, Acquapendente, S.Lorenzo Nuovo, Onano, Gradoli si sono riuniti presso la sede del centro Anziani di Montefiascone, comune capofila, alla presenza del sindaco Masimo Paolini e dell’assessore Paolo Manzi per mettere a punto la logistica operativa per la celebrazione della Festa del Lago.

Una festa che negli anni passati organizzava la Provincia a livello provinciale, tramite l’Associazione A.N.C.E.S.C.A.O., poi, per una sua migliore riuscita, il territorio provinciale è stato diviso in zone con un comune capofila ed ogni zona è autonoma sia per tempi che per logistica nell’organizzare la sua festa.

Gradoli sarà il comune che organizzerà la festa per questo duemiladiciannove, giunta alla sua sesta edizione. La parte economica sarà parzialmente finanziata dalla suddetta Organizzazione provinciale e parzialmente, ogni zona dovrà reperire altri fondi integrativi.

La festa si celebrerà nella prima quindicina di giugno. Sarà un’intera giornata dedicata alla cultura con una conferenza sull’ambiente del comune organizzatore, alla convivialità con il pranzo sociale e socio-ricreativa con il ballo nel pomeriggio.

Il fine della giornata, è quello di favorire maggior conoscenza tra i vari centri ed al tempo stesso creare un rapporto con il resto della vita cittadina e paesana cosicché, l’anziano non si senta solo, inutile ed abbandonato, ma parte integrante della società nella quale può ancora essere utile mettendo a disposizione degli altri la sua saggezza, la sua esperienza i suoi consigli.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook