Apertura il 17 ottobre con Carlo Di Maio. Nardi: “Vogliamo continuare a emozionare”

Dopo le difficoltà, gli stop e le limitazioni degli ultimi due anni, ritorna a partire dal 17 ottobre 2021 la stagione del Teatro Boni di Acquapendente, con direzione artistica di Sandro Nardi e il sostegno di Comune di Acquapendente e Regione Lazio. Il cartellone, che si sviluppa fino a marzo 2022, propone nel solco delle precedenti stagioni una serie di spettacoli di assoluto livello con artisti molto noti del panorama teatrale italiano, tra cui Maddalena Rizzi, Anna Mazzamauro, Ascanio Celestini, Roberto Ciufoli, Lella Costa, Giuseppe Cederna, oltre a produzioni del Teatro Boni con protagonista Emilio Celata.

Per l’apertura, domenica 17 ottobre alle ore 17.30, va in scena “Posso offrire un caffè?” di David Norisco, diretto e interpretato da Carlo Di Maio, una produzione I Due della Città del Sole. Un gioco assolutamente teatrale in compagnia di una stramba famigliola di surreali personaggi che interagiscono intorno alla storia e al culto del caffè, un gioco che termina con la mescita conviviale della famosa bevanda nera e bollente. Di Maio interpreta in una rocambolesca e colorata messinscena, un uomo colto e raffinato, ma sempre con la testa fra le nuvole, sua moglie tipica popolana napoletana e la loro figlioletta un po’ cresciutella, miope e bruttina, accompagnata dall’inseparabile bambola. Oltre alla funzione psicoterapeutica anti-torpore giornaliero, il caffè alza il volo verso letteratura, musica e arte in ogni parte del mondo. Ma solo a Napoli il caffè è parte integrante di un tessuto sociale, un bisogno costante in ogni momento della giornata, in cui dolcemente s’insinua come compagno fedele e inalienabile.

Il Teatro Boni non si ferma, prosegue la sua mission e risorge come l’araba fenice – afferma Sandro Nardi – riaprendo le porte per continuare a emozionare, con una nuova rotta che ci porterà finalmente a rivivere lo spettacolo dal vivo. Vogliamo ringraziare gli artisti, le produzioni, i distributori teatrali che da anni credono nella nostra struttura, dandoci la possibilità di realizzare una nuova stagione ricca e variegata, con importanti artisti e interessanti spettacoli. Un risultato possibile anche grazie a una presidenza e a un consiglio direttivo capaci e attenti. Ringrazio anche i volontari, l’amministrazione comunale uscente e a quella appena insediata, che ci ha già assicurato pieno sostegno, e il nostro fedele pubblico, che hanno contribuito a far diventare il Boni il fiore all’occhiello di Acquapendente e il più importante attrattore culturale dell’alto Lazio“.

Il Teatro Boni è ad Acquapendente (VT) in Piazza della Costituente 9. Ingresso con prenotazione obbligatoria. Per accedere agli spettacoli sarà necessario esibire in green pass. Per informazioni e biglietti: www.teatroboni.it – 0763.733174 – 334.1615504.