TARQUINIA – Nel mese di febbraio si è svolto il terzo meeting del progetto europeo Erasmus+ “Real Maths Talk” cui aderiscono istituti scolastici provenienti da sei nazioni aderenti: Olanda, Polonia, Regno Unito , Lituania, Turchia e Italia, rappresentata dall’ l’IISS “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia.

Il progetto ha l’obiettivo di contrastare le difficoltà nello studio della matematica, favorendo l’inclusione e la partecipazione più attiva degli studenti nelle attività didattiche; elaborare una serie di strategie e materiali didattici per il miglioramento del linguaggio matematico.

L’incontro , che si è svolto a Radviliskis, in Lituania dal 12 al 15 febbraio, ha permesso di definire lo schema di lavoro da utilizzare anche nei prossimi incontri: i partner divisi in due diversi gruppi, stabiliti per età e livello di studi omogeneo degli alunni, creeranno attività e test su temi condivisi, li somministreranno agli studenti poi per poter infine verificare e discutere le metodologie e e tecniche più adeguate alla risoluzione dei quesiti posti.

Obiettivo a lungo termine per i docenti è realizzare, nel corso del secondo anno di vita del progetto, un percorso didattico comune ai due livelli su un argomento condiviso da entrambi i gruppi.

Il team italiano, costituito dalle professoresse Perroni Loretta Concetta, Cavalluzzo Marisa, Pallottini Serenella e Prioreschi Carla ha presentato l’unità didattica “prodotti notevoli ”che è stata scelta come argomento del test da somministrare agli alunni di tutte le scuole partecipanti prima del prossimo incontro previsto in Italia a Tarquinia dal 26 marzo al 1 di aprile. I docenti del “Cardarelli” stanno già organizzando le giornate formative e le visite culturali che daranno l’ opportunità alle delegazioni internazionali di conoscere ed apprezzare, oltre alle metodologie didattiche utilizzate nella scuola per l’insegnamento della matematica, il territorio e le ricchezze di Tarquinia.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email