VIGNANELLO – L’agricoltura sostenibile entra in classe: può essere questo il titolo di un’iniziativa dell’ istituto comprensivo statale Falcone e Borsellino rivolto agli alunni delle classi seconde della scuola secondaria di Vignanello e Vallerano. Un campo di circa 10 mq. diventa luogo per la coltivazione didattico-sperimentale, con metodo biologico, di cereali, grani antichi e ortaggi.

“I ragazzi, – ci dice il prof. Luciano Schiavoni-, svolgono attività di delimitazione dei campi, di scerbatura, sarchiatura, concimazione organica, vangatura, livellamento, semina manuale, innaffiatura, cure fitoiatriche con tecniche biologiche, raccolta”.

“E’ una bellissima idea che si è trasformata in attività didattica -così il Sindaco Vincenzo Grasselli-. I ragazzi riescono in questo modo a comprendere l’importanza di coltivare attraverso metodi e tecniche rispettose dell’ambiente, lavorare con autonomia, con responsabilità e in collaborazione fattiva, coerentemente con la realtà produttiva del nostro territorio”.

Dalla scuola di Vignanello parte una nuova sfida volta a sviluppare le competenze dei nostri giovani, in un territorio da sempre dedito all’agricoltura.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email