VITERBO – Spettacolo di fine anno per il laboratorio teatrale dell’Istituto comprensivo statale Pietro Egidi, scuola secondaria di primo grado di Viterbo. Sul palco dell’Auditorium Unitus i ragazzi, giovanissimi attori passionali, delle prime classi, si sono cimentati con un grande classico della commedia musicale italiana: “Aggiungi un posto a tavola” di Garinei e Giovannini.

La commedia, un affresco corale che non smette mai di appassionare, riadattata dallo staff degli insegnanti con il contributo e le idee anche dei ragazzi, si è prestata particolarmente ad accentuare il senso alto che deve sempre contraddistinguere l’attività teatrale dei ragazzi: grande divertimento, prima di tutto, e senso di gruppo. Qualche leggera incespicatura sulla sequenza delle battute è stata brillantemente superata con guizzi di attorialità nemmeno troppo scontati in ragazzini di prima, la maggioranza dei protagonisti. Sul palco anche alcuni ragazzi delle seconde e delle terze.

Un chiaro sintomo di come gli “attori”, tutti, abbiano affrontato il loro impegno seriamente, ma senza patemi d’animo eccessivi.

Applausi convinti da parte del pubblico, un’allegra confusione finale e, al termine dello spettacolo, i ringraziamenti da parte degli alunni – una parte – che il prossimo anno passeranno ad un istituto superiore. “Grazie di questi tre anni, sono stati i più beli della mia vita”, ha esclamato sinceramente una delle giovanissime protagoniste. Tacciamo sulla reazione commossa di alcune insegnanti in conseguenza di questa frase.

Commenta con il tuo account Facebook