MONTEFIASCONE – Nell’intera giornata di domenica, presso il piazzale antistante la farmacia della dott.ssa Maria Carla Terracina, si è tenuta la terza giornata-raduno dedicata ai cani.

L’organizzazione ENPA, su sollecitazione della consigliera comunale, Rita Chiatti, con delega al canile comunale, coadiuvata da molti volontari, in modo particolare dalle signore Samanta Cilione, Domiziana Fabri, dal sig. Luca Piergiovanni, meglio conosciuto come gattomatto, dalla stessa dott.ssa Terracina, con la partecipazione del Presidente provinciale Enpa, Mauro Chiarle, hanno inteso in questo modo sensibilizzare la gente sui problemi di questi amici dell’uomo.

Il fine primario della manifestazione, comunque, era quello che, oltre la sensibilizzazione semplice e conoscitiva, la gente poteva adottare uno dei cani che fanno parte del canile comunale di Montefiascone; un progetto, ha spiegato la Chiatti, che rientra in un piano di valorizzazione di questi animali ed il loro vivere accanto all’uomo, anziché in gruppo, su pure in una pubblica struttura, è sicuramente positivo. Al raduno erano presenti anche diverse strutture ed alcuni sponsor che commerciano prodotti per i cani.

Durante la giornata, risultata, nel suo insieme, positiva, molte sono state le persone che hanno visitato la manifestazione e sono state ben tre le adozioni immediatamente fatte, alle quali sono seguite diverse prenotazioni da parte di persone pronte ad adottare un elemento nei prossimi giorni.

Altro elemento positivo è nato dalla costatazione che, tra i visitatori, vi erano persone le quali già, in tempi indietro, hanno adottato i cani esprimendo la loro soddisfazione del gesto fatto ed incoraggiando, così, gli altri a farlo. Durante la giornata erano presenti anche persone esperte che hanno offerto consigli e date direttive per la gestione del cane, sia che lo si tenga in casa che nelle apposite casette nel giardino.

Durante la giornata si sono tenute semplici piccole conferenze nelle quali sono state date, ai possessori di cani, varie direttive, comprese le cure ed i trattamenti da effettuare, per mantenere i cani adottati, sempre in salute ed igienicamente puliti. Si parlato anche del rapporto cane-uomo.

Certamente molte persone si sono ricordate del detto antico non del tutto esente da forti critiche – più conosco gli uomini e più amo gli animali -, precisando che, su questo detto, ci sono tante riflessioni da fare e tanti ragionamenti da chiarire, nonché molte prese di posizioni da correggere, pur rimando fermo, che il cane è l’animale più fedele al suo padrone. Chi non ricorda il grande e mitico cane Argo rimasto fedele ad Ulisse, attendendolo sulla porta della regia fino al suo ritorno ad Itaca, come il grande poeta, Omero, ha scritto nella sua Odissea??!!

Brigliozzi Pietro