Alcuni giorni fa, per l’ennesima volta, ci siamo occupati del Civico Cimitero, soprattutto della sua Pulizia, con il coinvolgimento sia dei custodi che del comportamento dei visitatori che vi si recano ossequiando i propri cari; ebbene dobbiamo ritornarci sopra poiché, le problematiche passate si ripetono con una costante che lascia tutti perplessi ed attoniti.

I custodi del cimitero hanno trovato gettati nei cassonetti diverse scarpe. Qui finisce ogni tipo di logica ed inizia l’inverosimile con una serie di riflessioni che fanno pensare che mettere sotto controllo l’intera area del Civico Cimitero sia di estrema urgenza. C’è qualcuno che, con precisa volontà ed assumendo concreti atteggiamenti, sta sabotando il lavoro dei custodi.

Gettare vecchie scarpe nel cimitero non credo che sia un’azione da tollerare, non sia un fatto accidentale, non sia una realtà che rientra nella normalità delle attività cimiteriali.

Qualche anno fa, sui furgoncini, all’interno del cimitero, sono stati trovati sacchetti di carne marcia; dopo alcuni mesi, lastre mediche; poi pannoloni e pannolini usati di vario genere; qualche mese fa un lampadario appeso ad una fontanella; ora vecchie scarpe.

Sarebbe bene che, chi di dovere, iniziasse a fare opportune indagini, applicando le relative sanzioni.

Lo stesso Commissario Prefettizio che governa la città, potrebbe interessarsi più incisivamente del Civico Cimitero per ridargli la dignità che gli spetta, ricordando a tutti che il Cimitero, tra l’altro, è un’area Sacra che va sempre e comunque rispettata.

Non è compito soltanto dei custodi mantenerlo pulito ma un dovere di tutti i cittadini.

Pietro Brigliozzi