VITERBO – E’ diventata ormai un tradizione la Mostra dei presepi artigianali promossa dall’Ecomuseo della Tuscia di Grotte Santo Stefano per le festività natalizie che è giunta alla sua 5° Edizione.

L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Viterbo e sono più di 50 le opere esposte che spaziano dai presepi tradizionali con personaggi e ambientazioni classiche a quelli realizzati con materiali più particolari, come il pane, la lana, oppure materiali edili di risulta.

“Anno dopo anno grandi e bambini non solo di Grotte Santo stefano si cimentano nella realizzazione di presepi artigianali delle più varie forme, molto originali per l’uso di materiali insoliti e particolari, per gli scenari scelti nell’ambientazione della Natività e per il messaggio che vogliono trasmettere” – Queste le parole del presidente dell’Ecomuseo della Tuscia, Massimo Calanca, che esprime soddisfazione per il lavoro svolto dai partecipanti e dai soci dell’Ecomuseo che puntalmente partecipano all’organizzazione della mostra.

Gli fa eco poi Stefania Capati, membra attiva dell’associazione: “Alcuni artisti hanno voluto lanciare anche un messaggio di speranza verso popolazioni più disagiate, con un presepe dedicato alla tragedia del terremoto di Amatrice ed un altro con un messaggio di speranza e di pace per le popolazioni afflitte dalla guerra”.

La mostra è ospitata presso il museo di Petrografia e Mineralogia “Padre Felice Rossetti” di Grotte santo Stefano che è possibile visitare anche durante gli orari di apertura della mostra che rimarrà aperta fino al 6 gennaio con i seguenti orari:

Sabato 30 dicembre – 16:30 – 18:30

Domenica 31 dicembre – 10:00-12:00

Lunedì 1 gennaio – 16:30 – 18:30

Sabato 6 gennaio – 10:00 -12:00 e 16:30 – 18:30

Un’ottima occasione per passare un pomeriggio all’insegna dello spirito natalizio ammirando piccole opere di rara bellezza.

Commenta con il tuo account Facebook