VITERBO – L’8 Marzo Kyanos scenderà in piazza in occasione dello sciopero globale delle donne per rivendicare una piena autodeterminazione femminile da conquistare anche nell’ambito della salute.

Kyanos chiede fortemente di ripensare il diritto alla salute; contrastare la violenza ostetrica e l’autodeterminazione delle scelte riproduttive e sostenere la rivendicazione di accesso alla contraccezione di emergenza senza ricetta medica per le ragazze sotto i 18 anni.

Kyanos sarà in piazza l’8 marzo per avviare un processo di rilettura in chiave politica della legge 194 e della sua applicazione. L’accesso all’Interruzione Volontaria di Gravidanza non è infatti più garantito dalla legge 194, erosa dalla piaga dilagante dell’obiezione di coscienza e dall’abuso che, in questi ultimi anni, se ne sta facendo. Alziamo la voce perché di obiezione si può morire!

Le numerose donne scese in piazza il 26 novembre a Roma e presenti ai tavoli tematici di Roma e Bologna hanno scelto, tra i punti di rivendicazione per lo sciopero delle donne dell’8 marzo, il diritto all’autodeterminazione sui loro corpi.

Noi donne kyanos ci incontreremo l’8 marzo a Viterbo per un flash mob, percorrendo le piazze più rappresentative della città, per portare avanti la nostra lotta “ se le nostre vite non valgono, NOI CI FERMIAMO!”.

Appuntamento ore 15:30 , Piazza del Plebiscito, Viterbo, insieme a Kyanos e a tutte le donne che non si piegano ai soprusi ma alzano la testa e lottano, che credono ancora nel potere dell’ unione consapevole e proficua tra donne che fanno rete e non mollano, con la certezza che un cambiamento positivo è ancora possibile per ogni donna.
Associazione Kyanos

Commenta con il tuo account Facebook