VITERBO – La Stagione concertistica dell’Università degli Studi della Tuscia-Viterbo ospiterà, il prossimo sabato 3 dicembre alle ore 18, il pianista ungherese Benedek Horváth.

L’evento riveste un rilevante significato non soltanto per l’indiscusso valore del solista ma anche perché segna l’inizio di una collaborazione significativa – che auspico duratura – con due Organizzazioni musicali, molto attive nel concertismo pianistico: l’Associazione francese “L’Europe du piano”, finanziata dalla Comunità Europea, e l’Associazione musicale italiana “Muzio Clementi”.

Il pianista Benedek Horváth, che è stato enfant prodige, si è formato alla scuola di rinomati Maestri ed ha avuto lusinghieri riconoscimenti internazionali. Si è distinto, infatti, alla Paloma O’Shea International Piano Competition (Santander, Spagna 2012) ed è stato finalista alla Clara Haskil International Piano Competition (Vevey, Svizzera 2015). E’ vincitore del Rahn Musikpreis Competition (Zürich, Svizzera 2016). 1° Prize Kiefer Hablitzel Competition, 1° Prize Isidor Bajic International Piano Competition, 3° Prize Béla Bartók International Piano Competition, “Grand Prize” György Ferenczy Chopin Piano Competition.

Il programma prevede l’esecuzione di celebri composizioni di Carl Philipp Emanuel Bach, Ludwig van Beethoven, della francese Mélanie Bonis, di Béla Bartók e di Franz Liszt.

In via eccezionale, chi lo desidera potrà accedere liberamente all’Auditorium di S. Maria in Gradi, dalle 11 alle 12 di sabato 3 dicembre, per assistere alle prove del Maestro.

Commenta con il tuo account Facebook