VITERBO – “Gli interventi sono destinati a riqualificare diverse aree degradate della città, tra le quali anche il quartiere Pilastro, dove sono ubicati venti fabbricati Ater, nove dei quali saranno interessati dai lavori.

Come Azienda, dunque, non possiamo che esprimere grande soddisfazione per l’arrivo dei finanziamenti, previsti dal Bando sulle periferie del governo nazionale, presentato nei giorni scorsi dal presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, e dal presidente della Regione, Nicola Zingaretti”.

E’ quanto dichiara Fabrizio Urbani, direttore generale dell’Ater di Viterbo, in relazione all’intervento previsto nella zona del Pilastro, dove saranno messe in atto una serie di azioni, tutte finalizzate al miglioramento della qualità del decoro urbano.

“Si tratta – aggiunge Urbani – di un progetto pensato e avviato nel 2014 e fortemente voluto dal commissario Pierluigi Bianchi. Le aree pertinenziali dei nove edifici Ater cambieranno volto, grazie a: demolizione del manto di asfalto e dei marciapiedi esistenti, che saranno totalmente ripavimentati; revisione dell’impianto di smaltimento delle acque bianche; individuazione e regolamentazione di percorsi carrabili e pedonali; individuazione di aree destinate a parcheggi, a verde e a zone di aggregazione urbana, con pavimentazione, illuminazione e predisposizione di panchine, fioriere e giochi per l’infanzia; rifacimento completo dell’asfaltatura percorsi carrabili”.

“E’ poi prevista – spiega ancora il direttore generale – l’applicazione di un cappotto termico, per ridurre i consumi, a quei fabbricati che ne sono ancora sprovvisti. C’è anche un lato artistico, con la realizzazione di murales sulle facciate e abbiamo pensato a chi ha difficoltà motorie, dotando almeno tre edifici di servoscala. E, infine, nella parte dei parcheggi che fiancheggiano il lotto di nostri fabbricati, saranno realizzate pensiline di copertura, che proteggano le autovetture, ma che facciano anche da supporto a impianti fotovoltaici”.

“Tutto questo – conclude Urbani – avrà un costo superiore ai 900mila euro, ma, una volta terminati i lavori, il quartiere Pilastro avrà un nuovo volto e la qualità della vita dei cittadini che vi abitano registrerà, ne siamo certi, un netto miglioramento”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email