VITERBO – Sabato 20 gennaio 2018 gli Allievi Marescialli del XIX corso “Saldezza”, nell’ambito delle iniziative dedicate all’approfondimento di tematiche storico militari, si è recata nelle località di Anzio e Nettuno in occasione del 74° anniversario dell’Operazione “Shingle”, lo sbarco anglo-americano del gennaio 1944.

Intenso il programma della giornata. Nell’arco della mattinata, “Battlefield Tour” e visita al “Museo dello Sbarco di Anzio” nella caratteristica “Villa Adele”, dove, oltre alle mostra di modellismo, alla cartografia, alle uniformi ed ai reperti storici, è stato possibile visionare una serie di filmati inediti relativi all’importante operazione militare alleata. A seguire, in Piazza “Pia”, visita alla mostra fotografica, con immagini quest’anno dedicate alle donne protagoniste dello sbarco. Infine, presso l’Ufficio Circondariale Marittimo, Guardia Costiera di Anzio, la nona edizione della mostra “Bandiere sul mare”. Nel pomeriggio, momento dedicato alla “Memoria”, con la visita al “Sicily-Rome American Cemetery” in Nettuno.

Il 19 gennaio, a premessa della visita, l’insegnante di Storia Contemporanea e Militare della Scuola Sottufficiali dell’Esercito, aveva tenuto una conferenza relativa alle vicende belliche che, nel corso del secondo conflitto mondiale, hanno portato alla “Campagna d’Italia” (1943-1945) e alle dinamiche proprie dell’Operazione “Shingle” (22 gennaio 1944).
Come in altre occasioni, anche questo Battlefield Tour ha consentito di prendere contatto con i luoghi teatro di un’importante operazione militare, al fine di comprenderne le dinamiche e il processo decisionale adottato nelle varie fasi di pianificazione, organizzazione e condotta. Tale tipologia di attività, tesa all’analisi dell’evento storico e al suo riesame sul campo, valorizza ancor più un percorso formativo che si pone come obiettivo quello di creare “Junior Leader” sempre più capaci e preparati.

Commenta con il tuo account Facebook