VITERBO – “La Parrocchia di Santa Maria Nuova nella persona del suo parroco Don Mario Brizi organizza una manifestazione di beneficenza il giorno giovedì 15 dicembre 2016 dalle ore 15,30 in poi al teatro Auditorium Università della Tuscia via Sabotino.

I ragazzi di alcune scuole pubbliche e private di Viterbo e Provincia si esibiranno in canto danza e prosa per lo più con tema natalizio.

L’UNICEF con questo spettacolo dà ai bambini ed ai ragazzi l’opportunità di esibirsi davanti ad un grande pubblico, cosa che rafforza la loro personalità.

Questo spettacolo ha uno scopo molto nobile quello di raccogliere fondi attraverso l’acquisto del biglietto di ingresso di € 5,00. Tali fondi serviranno per aiutare i minori in difficoltà di Viterbo e di varie parti del mondo secondo i programmi UNICEF. In questo periodo si sostiene la campagna “VACCINIAMOLI TUTTI”, per vaccinare i bambini di 8 PAESI in cui si concentrano oltre un quarto delle morti infantili nel mondo: AFGHANISTAN, ANGOLA, REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO, CIAD, NIGERIA, PAKISTAN, SUDAN DEL SUD E YEMEN. L’OBIETTIVO È FARE AL 100% DEI BIMBI LE VACCINAZIONI DI ROUTINE ENTRO IL 2017.

Quest’anno oltre al Nepal sconvolto da un terremoto di grande intensità che si è ripetuto più volte, dobbiamo aiutare il Centro America perché soprattutto Haiti ha grande necessità dell’aiuto dell’UNICEF.

Infatti nel mese di ottobre 2016 c’è stato un terribile uragano. Gli osservatori presenti sul posto descrivono Haiti come “un deserto senza riparo dal sole, i bambini dormono sugli alberi rovesciati a terra per non finire nel fango”.

L’Unicef ha da circa 40 anni ha varie postazioni ad Haiti come nel Nepal ma ora l’emergenza dell’uragano ci vede costretti ad aumentare gli sforzi di solidarietà verso i bambini e tutta la popolazione in gravissima difficoltà di sopravvivenza. L’iniziativa della raccolta fondi quindi è finalizzata ad aiutare soprattutto Haiti. Vi aspettiamo quindi numerosi per sostenere il nostro progetto”.

Prof.ssa Carlini Antonia
Delegata Provinciale agli Spettacoli UNICEF

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email