Villa Lante

VITERBO – L’articolo che scrivemmo dopo la Pasqua 2017 era intitolato ” Villa Lante chiusa, dopo un anno nulla cambia ”. Ebbene anche quest’anno, purtroppo, dobbiamo rilevare che dopo un altro anno nulla è cambiato.

Il Polo Museale del Lazio ancora latita e resta sordo agli appelli delle associazioni locali e dei tanti turisti. Questi il martedì di Pasqua, con scuole ancora chiuse, vorrebbero visitare anche la bellezza della nostra Villa Lante. Dovendosi invece rivolgere a siti turistici gestiti da Privati o da Enti Locali (Museo del Duomo, Parco dei Mostri, Civita di Bagnoregio) che lungimiranti, in questo protrarsi delle festività pasquali, restano aperti attirando un notevole flusso di visitatori.

Ma quello che ancor più dispiace è la mancanza di conoscenza storica del Territorio da parte della Amministrazione che, se attenta, avrebbe dovuto tenere aperta Villa Lante, oltre per il motivo avanti esposto, anche perché a Bagnaia il Martedì di Pasqua è una giornata festiva in ricordo dello scampato pericolo del sacco dei Lanzichenecchi avvenuto nel 1527 e che viene ricordato ogni anno dai cittadini con una processione alla Madonna della Quercia e successiva scampagnata (la cosiddetta “poggiata”) alla Villa.

Ed il giorno compensativo di riposo, per l’apertura del lunedì, una Amministrazione accorta ed avveduta ed inserita nella storia locale del Paese lo avrebbe accordato in altra data.

Cosa ci riserverà il 2019? Saremo ancora a scrivere e sperare in un ravvedimento di chi gestisce la NOSTRA stupenda Villa Lante? Noi siamo ottimisti”.

Aldo Quadrani
Presidente Associazione Amici di Bagnaia
Commenta con il tuo account Facebook