VITERBO – “In occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne l’Ordine dei Medici, di concerto con il Soroptimist Club Viterbo e la Fidapa Sezione di Viterbo, organizza una giornata di approfondimento dal titolo “ Violenza di genere : la tutela della Vittima”. Durante il convegno, che si terrà sabato 26 novembre dalle ore 8.30 presso l’aula Magna dell’Università degli studi della Tuscia, saranno affrontati i diversi aspetti del fenomeno sotto il profilo medico, legislativo e della relativa prevenzione nei diversi tempi e nelle varie forme di intervento.

Sono attesi, infatti, gli interventi della dott.ssa Daniela Donetti, direttore generale della Asl di Viterbo, che presenterà il percorso socio-sanitario della violenza di genere della ASL VT, e del dott. Antonio Maria Lanzetti, responsabile scientifico del seminario e presidente dell’Ordine dei Medici C. e O. della provincia di Viterbo.

Si parlerà altresì delle iniziative messe in campo dalla Polizia di Stato a tutela della vittima e per la prevenzione e contrasto del reato, in particolare con la collaborazione della questura di Roma e di Viterbo.

Per affrontare il tema della “legislazione in progress” in materia di violenza di genere, sarà presente l’on. Donatella Ferranti, Presidente della Commissione giustizia alla Camera dei Deputati.

Non mancheranno le testimonianze delle associazioni di riferimento sul territorio con gli interventi dell’avv. Maria Antonietta Russo, presidente del Soroptimist Club Viterbo, dell’arch. Maria Fanti, presidente del Centro di Aiuto alla Vita, e della dott.ssa Maria Teresa Lecchini, presidente della sezione viterbese FIDAPA, che quotidianamente operano contro la discriminazione e il pregiudizio culturale racchiuso nella problematica della violenza femminile.

Questa giornata di riflessione e approfondimento della fenomenologia è particolarmente significativa per il Soroptimist che vede al primo posto, tra le sue finalità, l’avanzamento della condizione della donna e la difesa della sua persona, attraverso l’abbattimento degli stereotipi sociali e culturali, la creazione di percorsi integrati e condivisi e la messa in pratica di protocolli operativi.”

Soroptimist Club Viterbo

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email