L’antica struttura protagonista di un progetto di valorizzazione turistico-culturale del territorio

Un traguardo importante per tutta la comunità ed una grande soddisfazione per l’amministrazione comunale. Il suggestivo Castello Orsini, simbolo del paese, è stato trasferito, a titolo gratuito, dall’Agenzia del Demanio al Comune di Soriano nel Cimino, come previsto dalla normativa sul federalismo demaniale culturale (art. 5 c. 5 del D.Lgs. 85/2010).

Questa mattina, presso la Sala Consiliare del Comune, è avvenuta la sottoscrizione del trasferimento del Castello Orsini. Lo storico maniero torna al Comune dopo un lavoro lungo, avviato anni fa, che ha visto l’amministrazione comunale impegnata per raggiungere questo ambizioso traguardo così da far riacquisire alla comunità di Soriano nel Cimino la prestigiosa ed antica struttura.
Grande soddisfazione è stata espressa dall’amministrazione comunale: “un lavoro lungo ed impegnativo che  è stato utile e necessario per raggiungere questo importante obiettivo per tutta la nostra comunità”.

Il trasferimento del Castello Orsini segue l’accordo di valorizzazione, sottoscritto nei mesi scorsi, che prevede l’istituzione di un polo turistico-culturale municipale che comprende anche il rinascimentale Palazzo Chigi Albani e l’Antiquarium Cimino. Un progetto importante che punta alla valorizzazione dell’area interna del Castello Orsini con l’obiettivo di tracciare un percorso funzionale ed espositivo, dal punto di vista culturale, architettonico e  temporale, dal Medioevo a oggi. Infine, l’importante progetto culturale e turistico sarà affiancato da interventi di manutenzione, bonifica e ripristino conservativo del bene.