“È tempo di dare una risposta a tutte le voci che in questi giorni si sono levate a difesa della Torre e casa studio di Pier Paolo Pasolini a Chia.”- sostengono i gruppi consiliari di Soriano Insieme e del PD Soriano.

Nella premessa del progetto per la realizzazione del Parco Letterario Culturale dedicato a Pier Paolo Pasolini si legge:

Il Comune di Soriano nel Cimino si assume il compito di promuovere l’istituzione del Parco culturale letterario dedicato ai “luoghi di Pasolini” con l’obiettivo di valorizzare i siti nei quali Pasolini – regista, scrittore, poeta, giornalista – ha soggiornato e creato molte delle sue opere più famose.”

Questi luoghi, descritti e resi celebri da Pasolini, mantengono inalterati quei caratteri

connotativi dei paesaggi della Tuscia viterbese. Sono ricchi di testimonianze storiche – archeologiche, di manufatti e sistemi rappresentativi della cultura materiale (opifici, cartiera, sistemi idraulici, ecc).

La complessità e poliedricità dell’intellettuale Pasolini, le relazioni che egli ha stabilito con il territorio ed i soggetti che vi operavano (molti personaggi che compaiono nei suoi film sono stati reclutati nei luoghi di realizzazione), i luoghi e le risorse presenti che permangono – da recuperare e valorizzare – presuppone l’attivazione di un Progetto complesso ed articolato che veda il coinvolgimento di più soggetti istituzionali e culturali.

Progetto redatto dall’Arch. Lino Barone e che venne approvato nel consiglio comunale del 28 ottobre del 2010. Dopo due anni, nel Consiglio Comunale del 15 marzo 2012, venne approvata la convenzione per la gestione del parco.

Oggi, i gruppi consiliari di Soriano Insieme e del P.D. hanno raccolto l’allarme lanciato dalla Sig. Chiarcossi organizzando una tavola rotonda per riaprire una discussione e rilanciare la realizzazione del parco letterario culturale coinvolgendo tutti i soggetti istituzionali preposti alla sua attuazione.

Saranno presenti alla tavola rotonda l’assessore regionali Dott.ssa Bonaccorsi, l’assessore regionale Dott.ssa Troncarelli, il V.P. X commissione Regione Lazio   Dott. Panunzi, il presidente della provincia di Viterbo, Dott. Nocchi, il sindaco di Soriano Dott.Menicacci, il sindaco di Orte  Dott. Giuliani, il sindaco  di Bagnoregio Dott. Bigiotti, la Prof.ssa De Dominicis dell’Università della Tuscia e il segretario dell’Università Agraria di Chia.

Concludono i Gruppi Consiliari di Soriano Insieme e del P.D.: “Non è più il tempo delle denunce ma è giunto il momento indicare soluzioni che possano, finalmente, tutelare e valorizzare quelli che furono i luoghi di Pasolini”.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email