SORIANO NEL CIMINO – Un foltissimo pubblico con visitatori provenienti da tutta Italia ha accolto anche il secondo weekend della Sagra delle Castagne di Soriano nel Cimino (VT), la grande manifestazione storico-rievocativa in corso nella cittadina della Tuscia. In particolare, il fine settimana è stato caratterizzato dalla sfida tra le quattro contrade nei giochi storici, dalla rievocazione “Soriano tra storia e leggenda” e dal maestoso Corteo Storico “Soriano e i suoi rioni“. Nella rievocazione, rappresentata con nuove scene nella serata di sabato in Piazza Vittorio Emanuele II e diretta dal regista teatrale Maurizio Annesi, si è esibito l’attore Stefano Ambrogi interpretando il particolare ruolo del fantasma; il corteo di domenica pomeriggio è stato invece presentato dall’inviata Rai Roberta Cannata insieme allo stesso Annesi. Il Cinema Teatro Florida ha inoltre ospitato il 42° Premio Nazionale Vojola d’oro dedicato a personaggi sorianesi o in vari modi legati a Soriano che si sono particolarmente distinti nei loro campi: quest’anno la castagna d’oro – “vojola” in dialetto locale – è stata consegnata allo scrittore e attore Antonio Manzini e alla memoria di Maurizio Tocchi. Ha presentato la cerimonia la giornalista Valeria Biotti.

Un grande successo di pubblico – commenta Antonio Tempesta, presidente dell’Ente Sagra delle Castagne – con turisti arrivati da varie parti d’Italia, il che attesta ulteriormente quanto la nostra festa sia ormai conosciuta e affermata oltre i confini regionali. Oltre alle manifestazioni tradizionali, sottolineo l’importante aspetto culturale con i convegni sulla storia del Medioevo e del Rinascimento e la mostra di abiti e gioielli storici. Ora l’ultimo fine settimana con altri appuntamenti da non perdere, tra cui il ritorno del Convivium Secretum. Non è stato facile rimettere in moto l’intera macchina organizzativa dopo i due anni di stop o di limitazioni per la pandemia, ma il risultato finale ripaga di ogni sforzo e ci impegneremo per migliorare ancora e per promuovere sempre di più Soriano e il territorio dei Monti Cimini. Ringrazio il Comune, le Contrade, le forze dell’ordine e la Polizia locale, la Croce Rossa Italiana, l’associazione Cost e tutte le persone e le realtà che hanno collaborato, spesso con un gran lavoro dietro le quinte, per la riuscita di questa cinquantacinquesima edizione“.

Il terzo e ultimo weekend della Sagra delle Castagne si apre giovedì 13 ottobre alle 21.30 in Piazza Vittorio Emanuele II, con i festeggiamenti per i cinquant’anni del Gruppo Sbandieratori e Musici della Nobile Contrada Trinità. A seguire, al Cinema Teatro Florida, la rappresentazione della commedia “Storia di fanti, sottane e briganti“, farsa storica in due atti con regia di Maurizio Annesi (ingresso 5 euro). Venerdì 14 ottobre in sala consiliare (Piazza Umberto I) è in programma il convegno “Vino e ippocrasso nell’Alto Lazio tra Medioevo e Rinascimento” a cura di Sandra Ianni. Alle 20.00 un atteso ritorno alla kermesse sorianese: la tredicesima edizione del Convivium Secretum, percorso enogastronomico tra i sapori dei tempi antichi presso le taverne delle quattro contrade – Papacqua, Rocca, San Giorgio, Trinità – che si sfidano per la miglior pietanza e per le ricostruzioni scenografiche più fedeli all’epoca storica (ingresso 25 euro, prenotazione obbligatoria presso la Pro Loco, tel. 366.2899392).

La giornata di sabato 15 ottobre inizia alle 9.00 con la passeggiata di beneficenza a sostegno dell’associazione Un desiderio di Irene ETS per la prevenzione del tumore al seno, con partenza da Piazza Vittorio Emanuele II, dove alle 10.30 prenderà il via anche il 4° Trofeo di pentathlon moderno a cura della FIPM. Dalle 10.30 alle 13.00 al Castello Orsini è aperto il Museo delle Torture Ars Doloris a cura del Gruppo Storico Spadaccini. Nel pomeriggio in sala consiliare (ore 15.30) convegno sul tema “L’arcieria antica incontra l’arcieria moderna“, in collaborazione con Fitarco, Associazione Rievocazioni Storiche del Lazio e Lega Italiana Arcieri Storici. A seguire (17.00) sesta edizione del Premio Confartigianato Riconoscimento al lavoro e presentazione del libro “Michelangelo. Un amore pericoloso. Tra arte e fede” di Simona Benedetti (18.00). Alle 21.30 in Piazza Vittorio Emanuele II esibizione dei gruppi storici delle quattro contrade e a seguire al Castello Orsini “Cruciatus Doloris“, spettacolo di torture medioevali del Gruppo Storico Spadaccini.

Domenica 16 ottobre la Sagra delle Castagne si conclude con il 1° Torneo nazionale “Alla conquista della Fortezza Orsini” (ore 9.00), gara di tiro con l’arco storico in collaborazione con la Lega Italiana Arcieri Storici, e la cerimonia di presentazione del 1° Premio Nazionale Letterario Fidelitas (narrativa e saggistica, secoli XIII-XVI) in sala consiliare (ore 10.00). Alle 11.30 degustazione di caldarroste in Piazza Vittorio Emanuele II. Il Museo delle Torture è aperto con orario 10.30-13.00 e 15.00-18.30, mentre dalle 8.30 c’è la fiera mercato in Viale Vittorio Emanuele III.

Tutte le informazioni e il programma su www.sagradellecastagne.com.

Articolo precedenteNuove investiture e promozioni per la Delegazione viterbese dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme
Articolo successivoIl presepe vivente di Tarquinia nel borgo della chiesa di Santa Maria in Castello