La giuria si appresta a selezionare il drappo che sarà assegnato alla contrada vincitrice il prossimo 2 ottobre

Si avvicina a Soriano nel Cimino la cinquantacinquesima edizione della Sagra delle Castagne, la grande manifestazione storico-rievocativa che quest’anno, dopo le difficoltà causate dall’emergenza sanitaria, torna a svolgersi nella normalità a partire dal 29 settembre 2022 con un ricco programma di manifestazioni in costume, conferenze, presentazioni di libri e tante altre iniziative che animeranno l’autunno nella cittadina della Tuscia.

Tra gli appuntamenti più attesi il Palio delle Contrade del 2 ottobre, in cui i quattro rioni di Soriano – Papacqua, Rocca, San Giorgio, Trinità – si sfideranno nella giostra degli anelli e nel torneo degli arcieri. Il vincitore riceverà il tradizionale “palio”, cioè il drappo che ogni anno viene realizzato da un artista diverso, selezionato nell’apposito concorso organizzato dall’Ente Sagra delle Castagne.

Giovedì 8 settembre presso la sala consiliare del Comune una qualificata giuria composta dai rappresentanti di Ente Sagra delle Castagne, amministrazione comunale, contrade, Pro Loco, Cost e con artisti locali, fotografi e storici, sceglierà tramite una votazione segreta il palio della Sagra delle Castagne 2022. I responsabili comunicano che le opere in gara purtroppo sono diventate quattro, rispetto alle cinque iniziali che tuttora figurano tra quelle ammesse alla selezione, perché nel lavoro presentato dal candidato contrassegnato con il numero 2 è contenuto un errore di dicitura e quindi, in base all’articolo 7 del regolamento, non può essere considerato. L’Ente ringrazia in ogni caso l’artista per la partecipazione e la sua opera sarà comunque mantenuta visibile.

I palii in concorso sono opere di elevata qualità e sarà davvero difficile sceglierne uno – commenta Antonio Tempesta, presidente dell’Ente Sagra delle Castagne – Intanto tutta la comunità di Soriano nel Cimino si sta preparando al meglio a questa edizione numero 55 della Sagra delle Castagne. Confidiamo tutti in una grande festa di rinascita, proseguendo nel solco di quei risultati ottenuti a livello nazionale, come il recente inserimento da parte del Ministero della Cultura nella mappatura delle rievocazioni storiche d’Italia, in cui rappresentiamo il Lazio“.

Il programma della Sagra delle Castagne, che inizierà il 29 settembre entrando poi nel vivo nei primi tre fine settimana di ottobre, si presenta pieno di appuntamenti e novità “all’insegna della tradizione e della cultura – conclude Tempesta – che celebreranno la storia e le peculiarità di Soriano nel Cimino e del suo territorio. Ci saranno inoltre varie sorprese all’interno delle manifestazioni. Stiamo lavorando molto affinché tutto riesca nel migliore dei modi e non vediamo l’ora di tornare a vivere pienamente la nostra festa“.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.sagradellecastagne.com.

Articolo precedenteFrancesco Puocci secondo al Campionato Europeo raid Rally
Articolo successivoProvincia, Romoli: “Auguri di benvenuto e di buon lavoro al Colonnello Massimo Friano”