Era gremito di gente, il PalaSmargiassi di Civita Castellana, mercoledì pomeriggio, per il secondo Memorial Andrea Mecucci, l’amichevole che ha visto scendere in campo la Ceramica Scarabeo contro Tuscania Volley.

Un appuntamento, quello voluto dalla dirigenza rossoblù, a cui hanno partecipato in tanti, anzi tantissimi: gli amici, la famiglia, la rappresentanza comunale e tanti tifosi, uniti nel ricordo del giovane Mec, come lo chiamavano tutti, che con la sua prematura scomparsa ha lasciato un vuoto incolmabile in un’intera comunità.

Non riesce a trattenere la commozione, coach Morganti, nel ricordare quanto Andrea fosse speciale, “un ragazzo solare e generoso” con cui aveva condiviso momenti di sport e di vita quotidiana indimenticabili.

Non si parla di risultato, non si commenta il match oggi, finito 4 a 0 per gli “ex cugini” del Tuscania. Ma l’applauso e il riconoscimento della società rossoblù è comunque andato alla dirigenza tuscanese e all’unica squadra della Tuscia rimasta in A2, che ha dimostrato la prevalenza del gioco sin dal primo set (15-25, 22-25, 20-25, 13-25), con un premio a Bara Fall come miglior giocatore in campo.

“Rivolgo un grande in bocca al lupo al Tuscania per questo campionato”, ha commentato a fine torneo Paolo Mecucci, papà di Andrea, che ha ricordato come tra le tante passioni del figlio c’era proprio quella della pallavolo. “Questo per me è sempre un momento difficile – ha concluso tra la commozione generale Mecucci -, ma voglio ringraziare tutti quelli che oggi sono qui e hanno voluto onorare con la loro presenza la memoria di mio figlio. Grazie di cuore a tutti”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email