ACQUAPENDENTE – La Vigor estrapola la gara perfetta schiantando la capolista. La doppietta di Babbucci che nel primo tempo mette a segno un calcio di rigore e nella ripresa sfrutta una clamorosa in genuinità del portiere ospite Cappelletto, è la perfetta “summa” di tredici giocatori tra titolari e subentrati che hanno realizzato perfettamente l’intelligente lettura tecnica fornita loro da Mister Gianfranco Ciccone.

Per la gioia del Direttore Sportivo Giuseppe Olimpieri, le statistiche di giornata annunciano nove limpide occasioni da goal a corollario delle due reti: una percussione di Fanelli fermata in area, una punizione di Romondini con conclusione a lato di Fanelli, una conclusione a lato di Broccatelli, una conclusione alta di Coccetti, la doppia conclusione di Fanelli e Bartoccini respinta da Cappelletto, la clamorosa traversa di Burla ed un tiro a lato di Romondini. Per la capolista clamorosa occasione fallita da Mancini su cross di Cesaro, le punizioni di Angeletti e Cesaro respinte da Pasquini, un colpo di testa alto di Moauro, un tapin ravvicinato bloccato da Pasquini ed una richiesta di calcio di rigore a tre minuti dalla fine per fallo su Rosati.

IL DOPOPARTITA
Nella Domenica almeno sulla carta più complicata, alla fine la Vigor sorride. Arriva la vittoria più prestigiosa di tutta la stagione ma, quello che più conta, un piccolo ma positivo allungo in chiave salvezza diretta. I punti di vantaggio sulla zona play out non sono più cinque ma sei. Anche se per la qualità del gioco dimostrata per l’occasione sembra, almeno in questo fine settimana, peregrino e anche riduttivo parlare di questa realtà comunque oggettiva. Che ha preso forma per le sconfitte accumulate contro formazioni sulla carta inferiori. Ci sarà ancora da lavorare per uscire da questa situazione. E già la prossima partita con la ASD Compagnia Portuale CV2005 in programma Domenica 18 Febbraio alle ore 11.00 allo Stadio “Giovanni Maria Fattori” di Civitavecchia sarà prima “cartina di tornasole giusta”. Perché se si acquisiranno certezze nel rapporto risultato-gioco il tunnel che porta alla Prima Categoria sarà ancora più lontano. L’Ottavia vista oggi, onestamente, non sembrava una squadra in grado di perdere una sola gara in ventidue disputate. Ne è consapevole Mister Porcelli. “Se parlate con quelli che oggi hanno pagato il biglietto”, sottolinea il Tecnico, “vi diranno di aver assistito ad un brutto match da parte di entrambe le squadre. E sono pienamente d’accordo visto che i i giocatori in campo non hanno brillato per scelte tecniche di spessore. In una gara che almeno secondo il mio onesto parere non è minimamente paragonabile al concetto di calcio, concedo al mio team un bel voto 0. Dal primo all’ultimo minuto non ho riconosciuto assolutamente un gruppo che in 22 gare ne ha vinte 14, pareggiate 7 e persa 1. Come se avessero lasciato nel pulmann invece di portarlo in campo quell’atteggiamento e quella fame di vittoria che ci ha consentito di inanellare una striscia consecutiva di risultati positivi”.

2 POLISPORTIVA VIGOR ACQUAPENDENTE: Pasquini, Cecconi, Tajani, Picchiotti, Broccatelli, Scigliano, Coccetti (28° st Bartoccini), Colonnelli (18° st Burla), Babbucci (23° st Veneselli), Romondini, Fanelli. A DISPOSIZIONE: Poppi, Nardini, Belardi, Menci. ALLENATORE: Ciccone

0 SSD ARL OTTAVIA: Cappelletto, Cuccitto, Angeletti (19° st Rosati), Amoroso, Moauro, Bartolucci (22° st Pacetti), Cesaro, Cervini, Ascione (34° st Ferreti), Mancini, Felici. A DISPOSIZIONE: Seri, Stante, Ricci. ALLENATORE: Porcelli

ARBITRO: Andrea Arnone di Empoli coadiuvato dal collaboratore 1 Vickray Andrea Gookoluk di Civitavecchia e dal collaboratore 2 Federico Ligresti di Civitavecchia

MARCATORI: 6° pt Babbucci (PVA), 18° st Babbucci (PVA)

NOTE: Ammoniti 11° pt Mancini (SAO) 18° pt Scigliano (PVA), 6° st Cecconi (PVA)

Commenta con il tuo account Facebook