PROVINCIA – Si tirano le somme al termine di una stagione disgraziata per la Polisportiva Monti Cimini. Scavalcata la retrocessione della prima squadra nel campionato di Promozione, la famiglia cimina piange le recenti scomparse di un allenatore apprezzato e giovane come Emiliano Morelli e di un dirigente storico e insostituibile come Riccardo Boccialoni.

Alle viste ci sono quattro eventi, che rappresenteranno la chiusura d’anno (sportivo), tre vedranno protagonista la PMC come organizzatrice, un quarto evento vedrà il club come “protagonista-invitato”.

Si comincia con la seconda edizione del torneo memorial Maurizio Melli, dedicato alla memoria del compianto figlio del giornalista romano Franco Melli, morto ventiquattrenne di leucemia.

La prima edizione vide protagonisti i ragazzi della categoria allievi (parteciparono oltre ai padroni di casa anche la Totti soccer school, la Viterbese Castrense e il Frosinone, ndr), quest’anno spazio ai giovanissimi nati negli anni 2003 e 2004. In campo stavolta scenderanno la squadra ospitante, ovvero la Polisportiva Monti Cimini (giovanissimi 2003), la Viterbese Castrense (giovanissimi 2004) e lo JFC Civita Castellana (giovanissimi 2003), teatro delle ostilità sarà il “Celso Perugini” di Soriano nel Cimino, l’appuntamento è fissato di venerdi, il 25 maggio.

Per la cronaca si tratta di un triangolare (girone all’italiana), con match che dureranno 40 minuti e un intervallo di dieci minuti fra una sfida e l’altra. Calcio d’inizio alle 17, la premiazione delle squadre partecipanti, del miglior giocatore, del miglior portiere e del capocannoniere avverrà al termine della terza sfida in programma.

Ore 17 Polisportiva Monti Cimini-Viterbese Castrense
Ore 17.50 JFC Civita Castellana-perdente della prima gara
Ore 18.40 JFC Civita Castellana-vincente della prima gara

La vittoria nel tempo regolamentare vale 3 punti, il successo ai rigori 2, la sconfitta ai rigori 1, zero punti per la sconfitta nel tempo regolamentare. Se due squadre ottengono lo stesso punteggio, fa fede il risultato dello scontro diretto. Se tutte le partecipanti riportano gli stessi punti, si considerano la differenza reti e il maggior numero di gol segnati (tenendo conto esclusivamente dei tempi regolamentari di gioco).

In caso di ulteriore parità, vince la formazione i cui giocatori risultano avere l’età media più bassa. Non esistono limiti alle sostituzioni.
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email