“C’è chi l’amore lo fa per noia, chi se lo sceglie per professione, Bocca di rosa né l’uno né l’altro, lei lo faceva per passion…”, parafrasando una delle più celebri canzoni di De Andrè si potrebbe dire lo stesso di tre allenatori che, non certo per noia ma per amore di uno sport come il nuoto, non lavorando nel settore pur essendo dei professionisti, per passione e per una “dipendenza” da cloro, hanno partecipato lo scorso fine settimana ai Campionati regionali master laziali che si sono svolti ad Ostia presso il Centro Federale della F.I.N.

Michele Piedilato, categoria M45, vince i 200 farfalla (8 vasche) distaccando il secondo di 20” secondi; Alessia Erasmi, M35, sempre nei 200 delfino, vince il titolo regionale con 12” secondi di vantaggio sulla seconda classifica e Francesco Bartolucci, M30, nei 400 misti (16 vasche-4 vasche ogni stile) guadagna la seconda piazza, vincendo un meritato argento.

La “triade”, quindi, si aggiudica due ori ed un argento in gare considerate le più massacranti del circuito, dimostrando che si può essere bravi ad insegnare quanto a praticare il nuoto.

I tre atleti, tesserati per la Polisportiva Nuoto Ronciglione-Capranica, di cui si ringrazia per la disponibilità il “leggendario” coach Alvaro Pasqualini, si sono allenati separatamente, in piscine diverse, ritrovandosi poi in gara insieme.
Se questa non è passione…

Articolo precedenteGiornata di prove pratiche dei volontari AEOPC alla Base comunale di Protezione Civile
Articolo successivoLa famiglia Vanni a Toscanella