Il primo transnational meeting del Progetto “WAWES – Water Activities Valorizing European Socialization” avrà luogo a Deryneia, Cipro, dall’11 al 14 ottobre.

WAVES è stato finanziato dal programma Erasmus + Sport della Comunità Europea al comitato territoriale UISP (Unione Italiana Sport Per tutti) di Viterbo, e l’obiettivo è quello di stimolare la partecipazione ad attività sportive, dando particolare rilievo al concetto di inclusione sociale e di pari opportunità e rendendo i partecipanti consapevoli degli effetti benefici dell’attività fisica.

All’evento parteciperanno, infatti, diverse associazioni sportive europee parte del Progetto quali “I Hara Tou Paidiou” (GR), e “Basiliko Athlitiko Morfotiko Orthodoxo Somateio Bamos” (CY).

WAVES ha una durata di 24 mesi, durante i quali verranno svolti sette diversi eventi: due staff meeting e cinque eventi internazionali. Il primo staff meeting si è già tenuto nel mese di Maggio presso Jurmala (Lettonia), mentre l’evento di Cipro rappresenta il primo degli scambi internazionali tra atleti.

Un altro scopo del Progetto è quello della preservazione degli ambienti naturali, quali laghi, fiumi e mari attraverso la pratica di sport acquatici e da spiaggia come beach volley, beach soccer, kayaking, rowling, rafting, nuoto, kitesurf, dodgeball, beach tennis, sailing e yoga. WAVES non coinvolge solo atleti, ma ha anzi un target molto ampio: comprende allenatori, amatori, presidenti sportivi, fisioterapisti e nutrizionisti in un range di età compreso tra i 18 e i 45 anni.

Queste attività fisiche mirano ad avere un impatto a lungo termine, anche grazie al coinvolgimento dei volontari, che consente libero accesso alla pratica sportiva.

Inoltre, a proposito della settimana europea dello sport 2019/2020 celebratasi lo scorso settembre, sarà dedicato ampio spazio anche alla promozione dei benefici delle attività sportive, specialmente quelle acquatiche e da spiaggia.

Il rappresentante dell’Associazione capofila UISP di Viterbo, Marco Mazzocchini, ha dichiarato: “L’obiettivo che abbiamo intenzione di raggiungere attraverso WAVES è quello della promozione sportiva e dei suoi benefici. Infatti, grazie a questo Progetto, avremo la possibilità di analizzare lo sport non solo come attività fisica, ma come forma di crescita, fonte di integrazione e solidarietà. Allo stesso tempo, grazie all’incontro tra diverse realtà culturali, avremo anche il piacere di scambiare opinioni e punti di vista e di conoscere diverse prospettive.

Mi auguro che WAVES possa servire a consolidare nelle menti di tutti i partecipanti l’idea di uno sport per tutti e di tutti, e che questo possa fungere da promotore di iniziative simili che portino alla condivisione e alla coesione sociale attraverso la pratica sportiva.”

La sig.ra Agrita Rusina, presidente dell’associazione Biedriba GRIBU BUT (LV), nonché associazione che ha ospitato il primo staff meeting, ha invece dichiarato: “La realizzazione di questo Progetto che ci ha visto già coinvolti in prima persona e che ci offrirà nel corso dello stesso la possibilità di poter interagire con altre realtà, rappresenta per la nostra associazione una soddisfazione incredibile ed il raggiungimento di un primo grande obiettivo. Applicare lo sport a livello europeo e coinvolgere un bel numero di volontari, è per noi un’aspirazione. Spero che possiamo continuare a promuovere iniziative simili affinché lo sport diventi una pratica condivisa da tutti.”