ACQUAPENDENTE – I portacolori locali della Categoria Allievi Etruria calcio 2001, si aggiudicano il quadrangolare inserito nel XXIV Memorial “A. Socciarelli – V Memorial D.Paris” organizzato da Polisportiva Real Azzurra di Castro ed Etruria calcio con il patrocinio del Comune di Acquapendente.

I ragazzi del Tecnico Luca Fortuni (Lauricella, Silvestrini, Nardini, Sulimani, Meaccini, Filoni, Fastella, Cordelli, Simone Fortuni, Breccola, Cincarelli, Fioramanti, Campanile, Della Marta, Giovannini, Fantucci), superano al termine di una finale combattuta sull’esile filo dell’equilibrio per 2-0 il Tuscania del Tecnico Capotosto (Battelocchi, Niari, Laurini, Moretti, Vigna, Dottarelli, Luongo, Marcomeni, Perelli, Silveri, Montixi, Piferini, Foderini). Le reti di Fastella al 3° minuto del primo quarto, il raddoppio al 22° del secondo quarto di Cincarelli e, soprattutto, l’ermeticità di una fase di interdizione guidata da un Filoni in evidente crescita tattico-tecnica fanno da preambolo alla trionfante alzata-trofeo. Nell’emozionantissima finalina terzo-quarto posto, la Giovanile Amiata di Mister Ciaralli (Battaglini, Anzidei, Laiani, De Santis, Berat, Pazzi, Dainelli, Cinelli, Kosaka Tomio, Buoni, Piasesky, Besar, Sinameta) supera ai calci di rigore per 8-5 il Pianoscarano (Calevi, Morettini, Ragnoni, Lucarini, Bagordo, Cancelli, Cori, Bastoni, Capoccia, Di Luigi, Sergi, Vestri, Moneti, Pignatelli, Andreoli).

I tempi regolamentari vivono soprattutto della doppietta del toscano Tomio Kosaka a cui fa eco la rete singola del compagno di squadra Pazzi. Replica viterbese con Andreoli, Lucarini ma soprattutto Capoccia che al primo minuto di recupero regala il pareggio e la chances undici metri. Dal dischetto quattro i gol toscani (Buoni, Daiani, De Santis, Berat con errore di Fazzi) e solo due reti viterbesi (Cancelli, Ragnoni) con errori di Bagordo, Lucarini ed Andreoli. Le semifinali premiano le qualità di gioco di Tuscania ed Etruria. Gli eurogoal di Simone Fortuni e Silvestrini nei primi sei minuti del secondo tempo premiano una manovra Etruria che crea una decina di palle goal ma non mortifica un Pianoscarano che sintetizza nella rete di Capoccia una gara di buon livello. Il “cuore-goal Tuscania” stà tutto nella doppietta di Silveri e nella rete di Marcomeni ma, soprattutto, in una capacità di creare gioco (quindici occasioni da rete globali) contro il quale la Giovanile Amiata non può più di tanto.