Con la decisione “last minute” di avviare nella giornata di Sabato i match di tabellone finale, ha preso ufficialmente il via la settimana decisiva del Torneo Open di Tennis in programma sui campi in terra battuta di Acquapendente.

Infortuni privano la sessione di due giocatori di indubbio valore: il 2.8 Francesco Meli ed il 2.7 Giammarco Gandoli. Pass quindi turno successivo, onestamente inaspettato, per i 3.2 Leonardo Crociani e Albino Ruberti. Se la vede brutta ma comunque passa il turno il 2.7 Stefano Sonno. Ad aggiudicarsi il primo set per 6-4 è infatti il 3.4 Francesco Xavier Ferolla. Con i punteggi in fotocopia Sonno si aggiudica il secondo ed il terzo. Tutto secondo logica negli altri match. Passano il turno il 2.8 Amedeo Malfatti (6-4 / 6-2 al 3.5 Giacomo Rosati), il 2.8 Simone Macchione (6-1 / 6-0 al 3.3 Tommaso Lenzi), il 2.7 Leonardo Passafiume (6-2 / 6-3 al 3.2 Fabio De Santis), il 2.7 Renè Hallemans (6-2 /6-4 al 3.4 Gianluca Ippoliton). A termine sessione comun azione stupende e per certi versi inaspettata da parte del Presidente Enrico Barberini Daniele Braccial (si allega fotogafia)”, sottolinea, “ha deciso di ripartire da questo Torneo per scalare nuovamente le classifiche. Siamo orgogliosi di averlo con Noi e gli auguriamo che l’attuale classifica di 2.2 sia solo una parentesi”. Ex numero 21 nella classifica mondiale ATP di doppio in questa specialità si è aggiudicato nel 2006 il Torneo di Milano in coppia con Giorgio Galimberti, nel 2010 quello di San Pietroburgo in coppia con Potito Starace, nel 2011 quello di Kitzbuelh in coppia con Santiago Gonazales e quello di Bucarest ancora in coppia con Potito Starace. Unico trionfo in singolo targato 2006 sui campi in terra rossa marocchini di Casablanca. Prima di approdare tra i migliori, nel 2005 ha dimostrato la sua grande affinità con l’erba anglosassone aggiudicandosi il Toneo Challenger di Surbiton.