VITERBO – Si è svolta ieri pomeriggio, giovedì 24 novembre 2016, presso il Balletti Park Hotel di San Martino al Cimino, la riunione tecnica che ha avuto come ospite d’onore l’arbitro di serie A Maurizio Mariani, della sezione di Aprilia.

Il presidente della sezione Aia di Viterbo, Luigi Gasbarri, ha aperto la riunione ricordando la figura di Antonio Nigro, il coordinatore degli osservatori arbitrali prematuramente scomparso domenica scorsa. In ricordo del valente dirigente sezionale è stato osservato un minuto di silenzio.

Interessanti gli interventi di Antonio Di Blasio e Odoardo Marcellini che hanno illustrato il progetto Uefa Mentor e Talent che ha l’obiettivo di far crescere nuovi arbitri nella fascia di età 17-19 anni. Da quando il progetto è stato varato ne hanno fatto parte 847 arbitri. I due componenti del Settore Tecnico hanno affrontato gli aspetti dell’approccio alla gara e della preparazione atletica, rimarcando l’importanza di frequentare i poli di allenamento atletico.

È stata poi la volta dell’arbitro di serie A Maurizio Mariani, che ha tenuto una lezione tecnica, commentando i video di alcune partite da lui dirette, senza nascondere gli errori commessi e illustrando le valutazioni corrette.
“Quello dell’arbitraggio è uno sport di sacrificio puro – ha detto Mariani – ma allo stesso tempo le soddisfazioni sono altrettanto grandi, se ci si impegna al massimo in ogni gara, cercando di divertirsi e prendendo decisioni coraggiose. Occorre lavorare sulla preparazione, con la testa e con il cuore. L’unica cosa che non possiamo evitare è l’errore, ma capendo gli sbagli si cresce.” Al termine della riunione, Mariani ha donato alla sezione Aia di Viterbo una sua maglia con dedica.

Il dirigente regionale Domenico Trombetta ha sottolineato l’importanza dell’allenamento e ha indicato la sezione come punto di riferimento fondamentale, dove trovare un aiuto per gestire gli errori e migliorare le proprie performance.

Le conclusioni della bella serata le ha tratte il componente del comitato nazionale dell’Aia Umberto Carbonari, che ha ricordato con commozione lo scomparso Antonio Nigro. Il dirigente nazionale ha sottolineato l’importanza dell’associazione, e non ha nascosto i disagi dovuti all’impraticabilità del campo scuola di Viterbo e all’indisponibilità, si spera temporanea, dei locali sezionali. “Queste avversità non ci fermano – ha concluso Carbonari – dimostreremo sul campo quanto valgono gli arbitri viterbesi.”

“Il collega Mariani ha dimostrato di avere grande competenza – ha dichiarato soddisfatto il presidente della sezione di Viterbo, Luigi Gasbarri – i nostri associati, specialmente quelli giovani, hanno ascoltato con attenzione i suoi preziosi consigli. Ringrazio tutti gli intervenuti.”

Commenta con il tuo account Facebook