VITERBO – Si sono svolte a Rieti Sabato 30 e domenica 31 le finali regionali dei Campionati di Società riservati alla categoria Cadetti/e, con la partecipazione delle compagini del Lazio che nelle tre precedenti prove di qualificazione, avevano staccato il biglietto di partecipazione all’importante rassegna di atletica giovanile.

 

Presente alla manifestazione con la squadra maschile e femminile, l’Atletica Viterbo guidata dai tecnici Linda Misuraca, Federica Gregori e Umberto Battistin, che seppur priva di alcuni elementi importanti, è riuscita ad inserirsi in buona posizione nella classifica finale con l’11° posto nelle Cadette ed il 13° con i Cadetti.

 

Cinque i podi conquistati con Benedetta Felici 2^ nell’Alto con 1,49 e 5^ negli 80 Hs. con 14”0, Maria Fringuelli 6^ negli 80Hs. con 14”06 e piazzamento nel Peso, Iocco Matteo (foto) 3° nel Giavellotto con 38,46 (25,50 nel Disco), e Maria Sara Clementi 6^ nei 1200 Siepi con 4”34”83 (3’34”2 nei 1000m.).

 

Molto bene anche il canepinese Leonardo Ferrari che si migliora nei 1200 Siepi (2° del 2001) con il tempo di 4’01”54 ed Alessio Rovella che sfiora il podio con il 7° posto nel Martello con in nuovo record personale di 23,61. Buono l’apporto di tutti gli altri componenti la squadra dell’Atletica Viterbo con Andrea Belano e Michele Obinu nei 300/1000m, Leonardo Taddei nei 300Hs., Vittorio Filloramo Alto e Giavellotto, Lamin Ceesay negli 80m., Noemi Sciortino 300Hs./Lungo, Alessia Tentoni nella Marcia 3Km., Lorenzo Giuliano Triplo e 100Hs., Martina Gasbarri 300/Triplo, Vanessa Goletti nel Martello e Ana Maria Negura 80/Disco. Infortunio alla caviglia durante la gara di Alto ad Alessia Pascal che comunque porta punti preziosi alla squadra con la misura di 1,20.

 

Quanto mai viva in questi ultimi periodi l’attività della società del capoluogo, impegnata in manifestazioni scolastiche e federali con i suoi giovanissimi atleti, che stanno raccogliendo i frutti del grande lavoro invernale di preparazione, con ancora tutto il mese di giugno a disposizione per migliorare ulteriormente i loro record personali.

Commenta con il tuo account Facebook