VITERBO – Medaglie d’oro per Ludwig Schertel (con primato personale) nell’alto, e per Sara Tonni e Claudia Renzi nel peso
Ricco bottino di medaglie per i ragazzi viterbesi impegnati lunedì scorso nelle finali scolastiche regionali di Atletica su pista presso lo stadio “Raul Guidobaldi” di Rieti.

 

Vince la squadra Allievi dell’ITIS “L. Da Vinci” di Viterbo ma su tutti “vola” Ludwig Schertel del ITC “P. Savi” di Viterbo che entusiasma l’intero stadio migliorando il personale superando l’asticella posta a 2 metri. Di prestigio anche i primi posti di Sara Tonni dell’IC Scrittoli di Vetralla (peso cadette) e di Claudia Renzi Liceo Ruffini (peso allieve).

 

Questi gli atleti viterbesi che hanno preso parte alle gare:

 

Per gli Istituti di I grado:
Squadre: Cadette EGIDI e VANNI di Viterbo; Cadetti: SACCONI Tarquinia e FANTAPPIE’ Viterbo
Individuali
MASCHI
ALTO: Corbelli Giulio 2002 Montalto
LUNGO: Olimpieri Filippo 2001 S. M. Paradiso Viterbo
PESO: Giuliano Lorenzo 2001 Vanni Viterbo
FEMMINE
LUNGO: Gasbarri Martina 2001 S. M. Paradiso
PESO: Tonni Sara 2001 Scriattoli Vetralla
MARCIA: Muccio Ilaria 2001 Scriattoli, Tontoni Alessia 2002 Egidi Viterbo, Giacomelli Federica 2002 Fantappie’ Viterbo

 

Per gli Istituti di II grado:
Squadre: Allieve LICEO RUFFINI Viterbo; Allievi ITIS DA VINCI e LICEO RUFFINI Viterbo
Individuali
FEMMINE
M. 1000 Capati Claudia 1999 ITC Savi Viterbo
PESO Chiaravalli Sara 1998 IIS Orioli Viterbo
MASCHI
PESO Palumbo Lorenzo 1999 IIS Orioli Viterbo
ALTO Schertel Ludwig 1998 ITC Savi

 

Questi i risultati ottenuti:
CADETTI/E
Perugini Matteo Sacconi Tarquinia 2° m. 80
Cardoni Davide Sacconi 2° 100 m.
Tonni Sara Scriattoli Vetralla 1° peso
Giuliano Lorenzo Vanni Viterbo 3 ° peso
Poeta Antony Fantappie’ Viterbo 3° vortex
Cianchelli Erika Vanni 3° 1000 m.
Fringuelli Maria Egidi 2° 80 hst
Felici Benedetta Egidi 2° alto
Clementi M. Sara Vanni 3° alto
Tonni Sara Scriattoli 1° peso
Muccio Ilaria Scriattoli 3° marcia
Staffetta 4×100 Egidi 2°

 

ALLIEVI/E
Bouros Robert ITIS Da Vinci Viterbo 2° 100 m.
Bargagli Leonardo Da Vinci 3° 400 m.
Poleggi Jacopo Da Vinci 2° 110 h
Perelli Andrea Da Vinci 3° lungo
Staffetta 4×100 Da Vinci 1°
Capati Claudia Savi 3° 1000 m.
Schertel Ludwig Savi 1° alto
Renzi Claudia Ruffini 1° peso
CLASSIFICA A SQUADRE
CADETTI: 7° Fantappie’; CADETTE: 4° Egidi, 5° Vanni
ALLIEVE: 9° Ruffini; ALLIEVI: 1° Da Vinci, 11° Ruffini

 

Qualificati per le finali nazionali, in programma a Desenzano sul Garda i prossimi 26 e 27 maggio, la Squadra Allievi dell’ITIS Da Vinci di Viterbo – composta da: Andrea Perelli (lungo), Michael Menicacci (1000 mt.), Robert Bouros (100 mt), Jacopo Poleggi (110 hs), Leonardo Bargagli (400 mt), Andrei Bulbuaca (alto), Amedeo Ferrando (peso), Roberto Massaglia (disco) e dalla Staffetta 4×100: Bouros, Poleggi, Bargagli, Perelli – e negli individuali Sara Tonni, (peso), Ludwig Schertel (alto ) e Claudia Renzi (peso).

 

Grande la soddisfazione di tutti i partecipanti al termine di una giornata molto faticosa ma davvero esaltante soprattutto per il prestigioso risultato di Schertel con l’intero stadio in piedi a ritmare battendo le mani le rincorse dell’atleta vero l’asticella. “Complimenti a tutti gli insegnanti -ha commentato Letizia Falcioni del Coordinamento di Educazione Fisica dell’Ufficio Scolastico di Viterbo- che sono riusciti ad avvicinare tanti validi ragazzi, non tutti appartenenti a società sportive, ad una disciplina, l’Atletica, a ragione considerata la madre di tutti gli sport. Questo presuppone un grande lavoro alla base, un lavoro che alla fine dà sempre ottimi risultati. La prestigiosa misura ottenuta da Schertel, oltre a premiare il ragazzo per tutto il duro lavoro svolto assieme alla madre, la professoressa Monica Condurelli, sua allenatrice, testimonia ancora una volta il grande valore dello sport inteso come scuola di vita: un modello trasferibile a tutti gli aspetti della quotidianità dove, solo lavorando assiduamente prima o poi il traguardo viene raggiunto. Un grosso augurio a tutti i ragazzi che saranno impegnati nelle finali affinché facciano tesoro di questa ulteriore straordinaria esperienza che sono chiamati a vivere”.

 

Commenta con il tuo account Facebook