Grande fermento nell’organizzazione della società di baseball per ampliare le proprie competenze; le figure tecniche necessarie sono soprattutto gli allenatori ed i classificatori di squadra e, grazie alla collaborazione dell’Amministrazione Comunale e dell’Istituto Comprensivo Anna Molinaro, le lezioni in presenza del corso per tecnici del Centro Italia si svolgeranno nella palestra Manzoni, a partire da Domenica 27 novembre.

Il corso è molto impegnativo, prevedendo 4 giornate in presenza e 18 moduli on line, poi un tirocinio durante i campionati 2023 con una relazione ed esame finale. Parteciperanno Aspiranti Tecnici di Lazio, Umbria e Toscana, essendo l’unico attivato nel Centro Italia, con quattro iscritti che opereranno nel WiPlanet Baseball. A partire da Luis Olmedo, il nuovo allenatore venezuelano che vuole approfondire le differenze tra il baseball giovanile italiano e quello venezuelano – in Venezuela i ragazzi “vivono” di baseball e si allenano con la speranza di firmare un contratto nelle leghe minori USA.

Anche Matteo Carletti parteciperà al corso, pur continuando a giocare, ma collaborando nella gestione delle giovanili giallo-verdi.

Cosa che faranno anche due nuovi inserimenti nello staff tecnico: un diplomato in Scienze Motorie, Leonardo Barzelloni di Bagnoregio e un ex giocatore di Latina, Ceccano e Capannelle, Costantino Russo, che ora vive a Porano.

Mentre i compiti di un allenatore sono noti, non tutti sanno che nel baseball un ruolo importante lo svolgono i classificatori di squadra: questi, durante le partite, compilano un modulo (ruolino) dove vengono riportate tutte le azioni di gioco, con i minimi dettagli. In questo modo è possibile “vedere” una partita senza essere stati presenti, e i dati riportati sono inseriti nelle statistiche, molto importanti nel baseball perché a fine anno descrivono esattamente il rendimento degli atleti, tanto che nei professionisti vengono assunti come parametri per i contratti!

Ma il loro compito è utilissimo anche agli allenatori; infatti, leggendo il ruolino è possibile capire che tipo di azioni faranno gli avversari prendendo le contromisure e ottenendo migliori risultati; ad esempio, ci sono battitori che battono quasi sempre da una sola parte del campo e in questi casi la squadra avversaria sposta i difensori verso quella zona, con una azione definita “shift difensivo”.

Al corso per Classificatori si sono iscritte Laura Celoni, da sempre nella società, e due mamme di nuovi bambini, Floriana Sestito e Stefania Rollé.

A tutti i complimenti per la scelta ed i migliori auguri per la riuscita dei corsi.

Articolo precedentePolizia di Stato contro la violenza sulle donne
Articolo successivoIeri il convegno in occasione del 25esimo anniversario della fondazione della sede di AISM Viterbo