VITERBO – “La Nuova Fortitudo Viterbo considera la scelta di non continuare il campionato di Serie C, oltre che una sconfitta sportiva, anche una sconfitta personale di tutti i dirigenti della Società.

 

Tutto ciò è maturato per molteplici ragioni che sicuramente lasceranno una profonda ferita a chi ama veramente lo sport, in questi mesi dal termine dello scorso campionato dove la Nuova Fortitudo ha dimostrato sul campo, di meritare un posto di rilievo nel panorama cestistico, non è riuscita a coinvolgere o volutamente qualcuno non ha voluto far sposare agli imprenditori il progetto che era stato iniziato e grazie solamente all’intervento della Famiglia Evangelista proprietari del J. J. Rousseau che a creduto in noi, a cui va tutto il nostro ringraziamento per averci permesso l’iscrizione al campionato.

 

Un altro aspetto non di poco conto che la squadra non rispondeva tecnicamente sul campo alle proprie potenzialità, le ragioni di questo insuccesso sono molteplici ed ognuno secondo le proprie responsabilità all’interno né è colpevole.

 

La squadra aveva perso la sua “viterbesità” e le ultime gare presentarsi in 8 giocatori non era un segno di correttezza sportiva, questo ed altre ragioni hanno portato a questa dolorosa decisione. La società ringrazia il proprio coach Sig. Carratore Tiziano per il lavoro svolto e per aver cercato in tutti modi di portare una mentalità vincente nel gruppo.

 

Ora dovremmo prenderci una pausa di riflessione, meditare sugli errori fatti e capire il cosa fare per il futuro. Sicuramente, sarà dato un incarico ad un legale per inviare una lettera alla FIP, per alcune vicende accadute prima dell’inizio del campionato per tutelare la nostra immagine e la nostra credibilità. Siamo pienamente convinti che questi mesi ci daranno la forza di rialzarci per il bene della pallacanestro viterbese e non”.

 

ASD Nuova Fortitudo Viterbo

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email