VITERBO – Una Favl Viterbo tornata a mettere in mostra quelle pecche che coach Montorsi e la Società speravano ormai di essersi messi alle spalle, regala sul piatto d’argento al Gualdo Tadino una partita che al +12 del terzo quarto i viterbesi credevano di avere ormai in pugno. Errori in difesa e tiri troppo affrettati in attacco nell’ultimo periodo hanno nuovamente messo in mostra tutti i limiti di questo inizio di stagione, limiti che alla Società cominciano ormai a stare molto stretti.

Un primo parziale in cui grazie a due triple di Del Buono, recuperato in extremis, i nero arancio locali erano andati subito in fuga sul + 14 e Marcus Price che sotto canestro come sempre la faceva davvero da padrone,consentivano ai suoi di chiudere il periodo sul 28 a 14.

Nel secondo quarto gli ospiti si riportavano subito sotto ma Wilburn e un Tola ancora una volta decisamente positivo al tiro e a rimbalzo regalavano il + 7 a Viterbo. Gualdo che in ogni caso con il veterano Venturi sotto canestro e il folletto Paleco dall’arco, dava del filo da torcere ai ragazzi di coach Montorsi che chiudevano il primo tempo sul 50 a 43

Al rientro dagli spogliatoi non era purtroppo più la stessa Favl e dopo il primo tentativo di fuga grazie a Price che portava i suoi sul + 12, da quel momento in poi cominciava la rimonta degli Umbri che arrivavano al 66 a 64 costringendo coach Montorsi a chiamare il nuovo timeout. Si iscrivevano alla partita anche gli arbitri che con alcune decisioni “controverse” contribuivano ad innervosire gli animi in campo e scaldare una tribuna quasi strabordante. Il quarto si concludeva sul 70 a 64 per la Favl in ogni caso ancora ampiamente in partita.

L’ultimo periodo si apriva con la mano calda dalla lunga distanza che portava Gualdo a -2 sul 72 a 70. Un 2 su 4 ai liberi di Wilburn consentiva alla Favl di stare avanti e nonostante un Price sempre molto positivo, Gualdo dal canto suo trovava il primo vantaggio sul 76 a 78 con alcune buone iniziative di Rath e ancora di Paleco. A quel punto la Favl cominciava ad esagerare con il tiro da 3 e più volte Del Buono e Giachetti non trovavano la via del canestro dalla lunga distanza. Ancora Venturi e Paleco per Gualdo portavano gli ospiti sull’87 a 82 . Nonostante il fallo sistematico messo in atto da Viterbo la partita era ormai incanalata sul binario morto per i padroni di casa e alla sirena Gualdo faceva sua la contesa sul 97 a 89.

Partita che ha evidenziato di nuovo passi indietro importanti da parte di Peroni e compagni. Ora si attende in settimana una strigliata della Società, scontenta per questo stop, che nessuno in casa viterbese si aspettava. C’è da preparare la trasferta di Foligno di Domenica, ma c’è soprattutto da analizzare quanto di negativo fatto questa sera.

Faul Basket Viterbo: Price 28, Wilburn 16, Peroni 2, D’Agostino 4, Tola 12, Ruchini, Del Buono 13, Matteucci 2, Piacentini 6,Giacchini 4, Baliva 2, Bertini.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email