VITERBO – Aveva iniziato benissimo la sua gara la Stella Azzurra sul parquet di Fondi nell’anticipo della seconda di ritorno. Cipriani si affidava a Chiatti, Rossetti, Marcante, Cecchetti e Brunelli per dare corpo alla sua manovra ed i fatti gli davano immediatamente ragione. Cecchetti era padrone delle plance e Chiatti distribuiva palloni da finalizzare che Marcante e Rossetti tramutavano in punti, mentre Brunelli difendeva forte e si esibiva anche in due ottime scorribande nell’area avversaria. Il coach gestiva bene i cambi anche nel secondo quarto, con l’ingresso di Rovere e Meschini, rientrante dopo un mese di stop. La ILCO raggiungeva anche un rassicurante + 18 a tre minuti dalla seconda sirena e solo un paio di errori in transizione permettevano ai padroni di casa di limare un po’ il divario ed andare al riposo lungo sul -11 (36-45).

 

Ci si attendeva una seconda parte di gara sulla falsariga della prima, con la Stella a condurre il match e con Fondi alla ricerca di soluzioni che nei primi 20′ di gioco erano risultate difficili. Ma i ragazzi di Cipriani, come purtroppo già capitato altre volte in precedenza, si scordavano di rientrare in campo e concedevano tutto il possibile agli avversari. Romani e Lilliu spadroneggiavano su ogni parte del campo e Pietrosanto e Petrosino giocavano praticamente in assoluta libertà. Ovvio il parziale pesantissimo di 32-11 che girava totalmente le sorti della gara e che rendeva molto ardua la rimonta biancostellata. Nonostante tutto la ILCO reagiva positivamente e finalmente tornava a giocare a basket. Chiatti in contropiede a meno di 4 minuti dalla fine portava i suoi a – 4, ma la Stella sbagliava una conclusione dopo un altro errore di Fondi e sul ribaltamento di fronte una complicata correzione a canestro ridava il + 6 ai locali che tagliava le gambe a Rossetti e compagni. 81-73 il risultato finale con la ILCO che deve veramente interrogarsi su questa occasione gettata al vento e con il gruppo che oltre che chiedersene i motivi, deve anche trovare finalmente risposte rapide e definitive a queste troppo frequenti cadute di concentrazione che penalizzano pesantemente quanto di buono si realizza nel corso della gara. Ora la Stella Azzurra è attesa al prossimo impegno, domenica 25 contro Giulianova, sperando che il forte colpo subìto nel finale di gara da Chiatti sia assorbito e che il play viterbese possa essere regolarmente in campo.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email