VITERBO – La Stella Azzurra Viterbo – Ortoetruria supera per la seconda volta in una settimana la Cestistica Civitavecchia e dopo aver conquistato il “II Memorial Ugo Rotelli” si aggiudica anche il “VI Memorial Roberto Mosca”, superando i padroni di casa per 62-58.

Bella ed intensa la finale che si è disputata davanti ad un folto e sportivissimo pubblico e che ha avuto molti momenti di bel gioco. Partono molto forte Campogiani e soci che si affidano ad uno scatenato Morrison che crea molti problemi alla difesa viterbese. La Stella è però brava a non farsi staccare e risponde con belle conclusioni di Rovere e Caridà e con un Manetti che si batte bene contro i lunghi avversari. Nel secondo quarto la Stella mette a punto il suo gioco e blocca gli esterni della Cestistica che riesce a realizzare per 9 minuti con il solo Morrison, mentre i biancostellati mandano a canestro tutti i loro cecchini. Prima metà di gara che si chiude sul 32 a 29 per i civitavecchiesi e che prepara ad altri venti minuti di buon basket.

Al rientro dagli spogliatoi la Stella Azzurra prende però in mano le redini dell’incontro. Il rientrante Luzza regala alla platea un paio di giocate spettacolari e grandissima fisicità e dinamismo, mentre i meccanismi di difesa voluti da Fanciullo funzionano con grande efficacia lasciando agli avversari solo 6 punti in tutto il quarto, annullando di fatto Morrison che nei secondi venti minuti realizzerà solo un gioco da tre.

Ultima frazione con due bombe di Luzza e Rogani che fanno allungare gli ospiti, ma i padroni di casa non arretrano e si affidano alla qualità ed alla mano caldissima di Pebole. Un minuto alla fine ed il tabellone fissa il 59 pari, grazie ad un tiro da oltre l’arco di Gianvincenzi. Cambio di fronte ed altrettanto chirurgica replica di Manetti che fa mettere la testa avanti alla Stella. Sull’ultima azione di attacco della Cestistica ennesima difesa ermetica dei biancoblu e poi chiusura dalla lunetta per Rogani che mette l’ultimo punto e consegna ai ragazzi di coach Fanciullo il trofeo.

Una bella gara, piacevole e divertente, ben giocata da due squadre ancora in fase di preparazione, ma certamente costruite entrambe per far bene nel prossimo campionato.

Tra i padroni di casa molto positive le prove di Morrison, il cui strapotere fisico sarà un problema per tante difese, Pebole, giocatore di notevole qualità e Gianvincenzi, uomo assai importante per i suoi.

Nella Stella molto buona la prestazione di tutti i ragazzi, con un eccellente rientro sul parquet di Luzza, autore di 21 punti. In entrambe le gare disputate dalla Stella Azzurra – Ortoetruria in questo torneo da segnalare alcune note positive venute dal campo, a dimostrazione di una squadra che sembra ben costruita e finalmente completa in ogni reparto e che comincia a funzionare negli automatismi di gioco. Ben organizzata ed ordinata la regìa di Meroi e del giovanissimo Telesca, in crescita Manetti, sempre un punto di riferimento Rovere, dotato di buon tiro ed inventiva Caridà, autori di eccellenti prestazioni sia in attacco che in difesa Rogani e Baldelli. Note assai positive anche dagli under Razzino, Gasbarri, Trotto e Navarra che hanno egregiamente svolto il compito loro affidato dal coach. Da segnalare l’assenza in questa due giorni di Misino, giocatore assai importante per i viterbesi, fermato da una forma influenzale e di Piazzolla, infortunatosi ad un dito e che potrà rientrare tra circa un mese.

Sabato inizia il campionato ed ovviamente tutto sarà ben diverso e più complicato dei tornei di preparazione, ma quanto visto in questi due ultimi fine settimana autorizza ad essere fiduciosi su quello che potrà essere il cammino della Stella Azzurra Viterbo.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email