Non è bastato alla Belli 1967 Landscape un primo quarto praticamente perfetto sia in attacco che in difesa. Non sono bastati nemmeno il dominio a rimbalzo con un saldo complessivo di +15, quattro giocatrici in doppia cifra e la grande attenzione per tutti i quaranta minuti.

La formazione viterbese, impegnata nella dodicesima giornata del campionato di serie A2 di basket, ha dovuto alzare bandiera bianca sul parquet del Cus Cagliari uscendo sconfitta in volata per 67-65 dopo aver condotto per tutto il primo tempo e aver lottato su ogni pallone sino alla sirena conclusiva. Decisivi per le padrone di casa i 28 punti con 10 rimbalzi della lunga slovena Ljubenovic e i tantissimi viaggi in lunetta (31 contro 8) che hanno permesso alle sarde di rientrare in partita e di aggiudicarsi due punti preziosi per rimanere in vetta.

Le gialloblù di coach Scaramuccia sono partite piano, subendo i primi sei punti delle sarde, ma la risposta è stata clamorosa con un break di 17-0 che ha totalmente ribaltato il match. Il quintetto viterbese ha segnato quasi ad ogni possesso offensivo e la difesa è stata in grado di tenere a freno le iniziative della temutissima Striulli. Grimaldi e socie hanno così preso un vantaggio in doppia cifra, pagando dazio solo a qualche canestro di Ljubenovic. Nel secondo periodo la partita ha gradualmente cambiato direzione, con l’attacco gialloblù in difficoltà nel trovare la via del canestro e le padrone di casa, sempre sospinte dalla loro straniera, capaci di rimontare più di metà del distacco accumulato nei dieci minuti iniziali.

Al rientro in campo dagli spogliatoi il Cus Cagliari è scattato meglio ed ha messo la freccia ma la Belli 1967 Landscape, invece di mollare, ha risposto prontamente con l’ottima Cutrupi ed ha continuato a dare battaglia.

Pur con una Cirotti ancora alle prese con problemi fisici ed in campo solo due minuti, la formazione viterbese non si è fatta abbattere dal tentativo di allungo del Cus nel quarto periodo e dai problemi di falli di alcune sue giocatrici, anzi ha reagito trovando di nuovo il vantaggio sul 62-61 con Grimaldi. Le bombe di Ljubenovic e Veinberga hanno regalato un finale combattutissimo, chiuso dalla lunetta da Striulli e da un rimbalzo offensivo della solita Ljubenovic che ha privato le gialloblù dell’ultimo tentativo di ribaltare il match.

Nel prossimo turno, in programma sabato 21, il team di Carlo Scaramuccia ospiterà al PalaMalè la formazione di San Giovanni Valdarno con l’obiettivo di centrare il secondo successo consecutivo tra le mura amiche.

 

Cus Cagliari – Belli 1967 Landscape Viterbo – 67 – 65

Cus Cagliari: Puggioni 3 (0/2,1/5), Maccioni ne, Landi 3 (1/4,0/1), Novati 6 (1/2,1/3), Striulli 14 (3/11), Caldaro 6 (2/3,0/1), Serra ne, Saias 4 (2/3), Sanna ne, Madeddu (0/1), Niola 3 (0/1,0/1), Ljubenovic 28 (5/8,3/4). All. Xaxa

Belli 1967: Martin 5 (1/2,1/1), Grimaldi 16 (6/10,1/5), Bevolo (0/1,0/1), Veinberga 13 (2/4,2/7), Gasbarri, Boccalato 11 (3/4,1/1), Patanè 2 (1/4,0/1), Cirotti, Cutrupi 16 (8/10), Pasquali ne, Spirito (0/4,0/2), Stoichkova 2 (1/3,0/1). All. Scaramuccia

Arbitri: Lucia Giovanna Barbagallo di Milano e Sara Canali di Gandino (BG)

Note: Tiri liberi Cus Cagliari 24/31, Belli 1967 Landscape 6/8. Rimbalzi Cus Cagliari 28 (Ljubenovic 10), Belli 1967 Landscape 43 (Cutrupi 10). Uscita per 5 falli Cutrupi (Belli 1967 Landscape)

Parziali: primo quarto 10-23, secondo quarto 28-33, terzo quarto 49-47